The Apprentice Italia 2: confermato Flavio Briatore, ma lo show trasloca su Sky Uno

Flavio Briatore sarà ancora The Boss nella seconda stagione di The Apprentice, in onda su Sky Uno

da , il

    flavio briatore the apprentice

    Flavio Briatore tornerà a indossare i panni di The boss in The Apprentice Italia 2, lo show di Sky creato da Mark Burnett e in onda sugli schermi americani da ben tredici stagioni, tutte condotte da Donald Trump. Stando ai rumors che circolano in rete, sono tante le novità che la produzione (la FreMantle Media) riserva per la seconda stagione del programma.

    Innanzitutto, The Apprentice Italia 2 andrà in onda non più in chiaro su Cielo, ma traslocherebbe su Sky Uno. Scelta particolare, ma che non stupisce, visto che anche l’ultima edizione di Masterchef – trasmessa solo su Sky – non ha risentito del calo degli ascolti, anzi, ha consacrato il primo canale della piattaforma satellitare come rete generalista. Sebbene lo show non abbia riscosso lo stesso successo del talent culinario per antonomasia in termini di ascolti e questa mossa possa, quindi, sembrare azzardata, di certo rivela l’intenzione da parte dell’azienda di scommettere sulla seconda edizione del programma; facile anche pensare all’introduzione di nuovi meccanismi all’interno del gioco che possano rendere lo show ancora più accattivante.

    L’altra novità dovrebbe riguardare la durata delle singole puntate: non più concentrate in 50 minuti ciascuna, ma spalmate su 90 -100 minuti, in modo da adattare facilmente il format al tradizionale palinsesto televisivo italiano del prime time. Cambierà anche la location: non più outlet con mercatini improvvisati, centri commerciali o mercati ittici, ma aziende vere e proprie, in modo da consentire ai concorrenti di entrare subito a contatto con il vero ambiente di lavoro in cui il vincitore lavorerà una volta finito il programma.

    I due elementi invariati riguardano la conduzione e il montepremi. Flavio Briatore resta al timone del programma, sarà ancora The Boss e, di volta in volta, si rivolgerà a uno dei concorrenti con il suo famosissimo “Sei fuori!”, costringendo il malcapitato di turno ad abbandonare la gara e rinunciare, quindi, al premio in palio: un contratto di un anno con uno stipendio a sei cifre.

    Vedremo, quindi, come sarà strutturata la nuova edizione del talent show che, anche se non ha brillato per gli ascolti, di certo è entrato prepotentemente nell’immaginario collettivo, anche grazie alle esilaranti parodie di Maurizio Crozza che con il suo “The ficientis” ha contribuito a conferire, sin da subito, popolarità a un programma molto “americano” e che forse necessità ancora di qualche piccola modifica perché possa aderire bene al mercato italiano.