The Apprentice Italia, terza puntata: sono fuori Jessica Cibin e Martina Frappi

The Apprentice Italia, terza puntata: sono fuori Jessica Cibin e Martina Frappi

The Apprentice Italia, alla terza puntata eliminate due donne candidate del Gruppo: Jessica Cibin e Martina Frappi

    The Apprentice Italia, eliminata nella terza puntata Martina Frappi

    Si è conclusa anche la terza puntata di The Apprentice Italia: il boss dei Boss Flavio Briatore questa volta ha eliminato due concorrenti Jessica Cibin e Martina Frappi entrambi appartenenti al gruppo che ha perso entrambe le prove di ieri: il Gruppo. Salvi per un pelo, invece, Francesco Menegazzo ed Enrico Tarantini e il rinforzo Alberto Belloni. Festeggia Lux che ha vinto la prova della pubblicità e del mercato del mondo dell’arte composto da Matteo Gatti, Enrico Peroni e Silvia Fazzini. Anche in questa puntata il boss dei Boss ha dato il meglio di sé, vediamo cosa è successo dopo il salto.

    L’anteprima del programma è incentrata su Flavio Briatore che riassume il suo “pensiero” e quello che è successo nell’ultima settimana, spiega, dunque l’eliminazione di Beatrice e parla delle due donne che saranno protagoniste (in negativo) della serata Jessica per le sue faccine e Martina per gli occhialoni. Look a parte, Briatore regala una delle sue migliori citazioni fino ad adesso: ‘Gli occhi servono per guardare, non solo per sbattere contro il muro‘ e promette che a chi vincerà il contratto a sei zeri nella Billionaire Life verrà preso ‘a calci in culo dalla mattina alla sera e vi garantisco che lo sveglio‘. Dopo le note di Montecchi e Capuleti, ha inizio la terza puntata di The Apprentice Italia.

    La prima prova vede i nostri arrivare alla Panasonic Italia e dovranno realizzare una campagna pubblicitaria multicanale per un rasoio a cinque lame che presto verrà lanciato sul mercato. Il team vincitore vedrà a dicembre il loro spot, ma non solo pubblicità, la campagna deve toccare anche i social network, citati anche dal Boss dei Boss in apertura (‘Io arrivo da una generazione di giovani diversa. Questi sono proprio giovani di adesso, ora questi si parlano via Facebook Twitter … noi lo facevamo face to face. Questi si mandano al quel paese e chiudono il pc‘, una perla firmata Briatore presto nelle t-shirt di tutta Italia). Il Gruppo è seguito dallo sguardo attentissimo di Patrizia Spinelli. Enrico ha un’idea molto carina (donne barbute a causa delle lame non perfette dei rasoi dei loro mariti), ma viene bocciata da Martina, la disegnatrice di gioielli ha in mente una trovata – a suo dire geniale – paragonare un rasoio di estrema precisione a un tagliaerbe! Vanno sul sicuro, invece, quelli di Lux: la loro campagna ruoterà sulle abitudini, il nuovo rasoio riprende la forma della vecchia lametta e la realizzano. Enrico Peroni, che ha lavorato in pubblicità, studia con il team leader Matteo Gatti la strategia commerciale migliore, mentre Silvia gira lo spot con Alberto e decide di far spogliare nudo il modello, per vendere di più dice. Alberto è insopportabile e si becca anche del ‘viscido, calcolatore e abbastanza ipocrita‘ da Martina. I due gruppi presentano i due pitch, un termine che conosciamo grazie a Don Draper, all’Ad di Panasonic che ha deciso che, seppur banale, il messaggio di Lux è più facile da percepire e vende meglio il prodotto. Strigliata di Briatore al Gruppo, il leader Francesco nomina le due donne Jessica Cibin e Martina Frappi, che poco prima si era autodefinita creativa di fronte al boss. Briatore decide di mandare a casa la Cibin per via del suo atteggiamento. Spa per i vincitori di Lux.

    La seconda prova viene presentata all’Arco della Pace a Milano e viene salutata da un ‘good luck‘ di Briatore ai suoi, il cuneese nomina team leader Silvia e Martina, la livornese cede Alberto al Gruppo.

    Gli ormai sette candidati viaggiano a Caserta, qui dovranno scegliere le opere di un artista locale, organizzare un vernissage e venderle. Arrivati sul posto, i nostri vedono le opere degli artisti. Il Gruppo è colpito da un pittore noto in paese, ma un po’ schivo: Giovanni Tariello. Enrico, in missione da solo, si innamora dell’opera di Claudia Mazzitelli, i suoi cappelli risultano a occhio più vendibili. L’artista darà anche una mano a Lux e il gruppo guidato dalla livornese Sara riuscirà a vendere di più dei quattro del Gruppo. Lux ha incassato ben 8.700 euro contro i 5.700 del Gruppo, Briatore e la Spinelli danno tutta la colpa a Enrico Tarantino perché non ha insistito nella vendita del pezzo più caro della collezione. Per il team leader, Martina, la colpa è tutta di Alberto, reo di aver rallentato la presa dopo aver venduto il primo quadro. La disegnatrice di gioielli decide di mandare in nomination: Alberto e Francesco e grazia Enrico. Il ‘business delle opere ha un target a sé, ed è difficile da trattare specie da chi non è nel settore‘ aveva preannunciato il boss e a farne le spese è stata la team leader Martina. Il motivo è la sua incapacità nel gestire il gruppo e aver nominato la persona sbagliata. Salvo Enrico per un pelo, come ha detto the Boss: la fine è vicina e restano i migliori. Al momento sono rimasti in sei: Francesco Menegazzo, Enrico Tarantino e Alberto Belloni (Gruppo), Silvia Fazzini, Matteo Gatti ed Enrico Peroni per Lux. Nella prossima puntata i nostri venderanno il caffè, riusciranno nella prova? Appuntamento a martedì prossimo alle 21 su Cielo.

    924

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI