Tg1: per Minzolini manifestazione Fnsi assurda, il Cdr sbotta

E' scontro aperto tra il direttore del Tg1 Augusto Minzolini e i 'suoi' giornalisti: sabato il direttore ha definito "assurda" la manifestazione per la libertà dell'informazione nell'edizione del Tg delle 20 e il Comitato di Redazione è insorto

da , il

    E’ scontro aperto tra il direttore del Tg1 Augusto Minzolini e i ‘suoi’ giornalisti: sabato il direttore ha definito “assurda” la manifestazione per la libertà dell’informazione organizzata dalla FNSI in un video-editoriale nell’edizione del Tg delle 20 e il Comitato di Redazione insorge con un comunicato nel quale i giornalisti ricordano che “il Tg1 non è di parte” e chiedono un incontro con i vertici Rai. In alto l’editoriale di Minzolini.

    Augusto Minzolini torna nell’occhio del ciclone: dopo l’editoriale con il quale, mesi fa, si oppose al clamore mediatico suscitato dall’inchiesta barese che lanciò il sexy-gate Berlusconi-D’Addario, spiegando la linea editoriale del Tg1 in merito (ovvero ignorare il caso), e dopo aver – ancor prima – tagliato dai suoi servizi le proteste degli sfollati de L’Aquila, ora Minzolini si è espresso nettamente sulla manifestazione per la libertà d’informazione organizzata sabato scorso dalla FNSI definendola assurda.

    Una presa di posizione che non ha piaciuta ai giornalisti del Tg1 che dopo la convocazione d’urgenza del Cdr hanno letto nell’edizione delle 20 di ieri un comunicato nel quale specificano le proprie posizioni. In basso il video del comunicato, con tanto di risposta del direttore.

    Inoltre i giornalisti hanno chiesto un incontro con i vertici di Rai per esprimere le proprie preoccupazioni perché il Tg1 torni ad essere “equilibrato” e accanto ai cittadini italiani.

    Intanto la manifestazione di sabato sembra aver nettamente spaccato il mondo giornalistico italiano: la massiccia presenza di esponsenti politici del centrosinistra, tra cui Bersani, Ferrero, Marino, Di Pietro, leader delle querele alla stampa italiana, ha fatto storcere decisamente il naso a molte autorevoli firme presenti in piazza del Popolo sabato 3 ottobre, da Piero Sansonetti, collegato in diretta con il Tg4 a Piero Ostellino, ospite di Fede in studio. In basso un estratto dello speciale del Tg4 che ha seguito per un’ora e mezza la diretta da Roma, con la dichiarazione di Enzo Iacopino, segretario del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti che ha inviato un comunicato nel quale afferma, ironicamente, di aver sbagliato piazza, essendosi ritrovato in una manifestazione politica.

    Vi lasciamo, infine, con un momento curioso, una signora presente alla manifestazione si rifiuta di parlare con Fede: inutile aggiungere che il direttore del Tg4 ne ha fatto un leit-motiv per tutta la diretta.