Tg1, Gabriele Paolini interrompe un collegamento urlando “Minzolini str….” (video)

Tg1, Gabriele Paolini interrompe un collegamento urlando “Minzolini str….” (video)

Gabriele Paolini interrompe un collegamento in diretta del Tg1 urlando 'Minzolini str***"

    Gabriele Paolini è tornato a colpire nell’edizione delle 13.30 del Tg1, uno dei suoi bersagli preferiti: spinge l’inviato al Tribunale di Roma a interrompere un collegamento in diretta, urlando “Minzolini str…”. Questa volta non è bastato estrometterlo dall’inquadratura, la sua voce ha sovrastato tutto con un ‘grido di guerra’ che non lascia molti margini interpretativi.

    Va detto che Gabriele Paolini ha scelto con una certa oculatezza l’obiettivo del suo nuovo raid: con il suo “Minzolini str***” ha bloccato sul nascere un collegamento in diretta con il Tribunale di Roma, da dove l’inviato doveva aggiornare il pubblico sull’interrogatorio all’ingegnere romano arrestato per il gioco a luci rosse che ha portato alla morte una ragazza e vede un’altra giovane versare in gravi condizioni in ospedale. L’ennesima storia di cronaca nera di cui obiettivamente non si sente il bisogno e che evidentemente sta stimolando l’informazione italiana per le particolari circostanze (suffficientemente lubriche per attirare ascolti, secondo i direttori di testata) in cui si è consumata la morte di una 24enne (e non dimentichiamo che ampio spazio è stato concesso al fatto anche da UnoMattina).

    Insomma, se Paolini voleva focalizzare l’attenzione su ‘alcune’ discutibili ‘scelte editoriali’ di Augusto Minzolini c’è riuscito.

    Nel frattempo ne approfittiamo per segnalare l’uso dell’aggettivo ‘nigerino’ (al posto di nigeriano) da parte dell’inviato in Libria Giuseppe Solinas e l’ampio risalto ‘drammatico’ con cui è stata data notizia del ritrovamento di una catapulta artigianale nei pressi del cantiere Tav in Val di Susa, definita “una macchina da guerra pronta a colpire indistintamente operai e forze dell’ordine”. A voi le considerazioni.

    267