Tg1 e Tg2, troppo spazio al Governo per PD e IdV

Tg1 e Tg2, troppo spazio al Governo per PD e IdV

PD e IdV attaccano i Tg Rai dopo la pubblicazione dei dati dell'Osservatorio di Pavia sullo spazio dedicato alle forze politiche nelle edizioni di prima serata

    I Tg Rai sono nella bufera, su tutti Tg1 e Tg2: i principali partiti dell’opposizione, ovvero PD e Italia dei Valori, contestano lo scarso tempo loro dedicato nel tg di prima serata delle reti Rai a fronte di uno sbilanciamento nei confronti delle forze di Governo. Tutto nasce dalla pubblicazione dei dati dell’Osservatorio di Pavia per il mese di aprile, informativamente dominato dallo scontro Fini-Berlusconi. Di “faziosità indegna” parla il loft del Partito Democratico, mentre l’IdV si sente “sistematicamente cancellata” dal tg di Minzolini. Che risponde alle accuse.

    Per il direttore del Tg1 Augusto Minzolini quelle avanzate da PD e IdV sono “accuse senza fondamento“: “Fuori dalla par condicio noi applichiamo il criterio giornalistico” ha risposto seccamente il direttore. “Le lamentele dell’Italia dei Valori lasciano il tempo che trovano” ha aggiunto il direttore difendendo le scelte fatte nel mese di aprile, che secondo i dati diffusi dall’Osservatorio di Pavia e pubblicati da Il Sole 24 Ore ha ‘prediletto’ di gran lunga il PdL alle altre forze politiche italiane.

    Questi i dati diffusi dall’Osservatorio per le edizioni di prima serata dei tg nel mese di aprile: sostalmente identico il comportamento di Tg1 e Tg2, che hanno dato rispettivamente il 43,2% e 41,2% al governo e il 15% e 14,5% all’opposizione, confermando così una disparità evidente.

    Nel dettaglio il Tg2 ha praticamente cancellato le forze politiche non presenti in parlamento, mentre ha lasciato il 24,5% del tempo a Pd, Udc, Idv e Alleanza per l’Italia. Il Tg1, dal canto suo, ha visto Berlusconi parlare per 667 secondi, Fini per 314 secondi e Frattini per 294. Più spazio a Fini dal Tg2, nel quale Berlusconi ha parlato per 682 secondi, Fini per 407.
    Per quel che riguarda il Tg3 lo spazio al governo è stato del 26,3%, mentre all’opposizione è stato concesso il 21%.

    I dati ovviamente hanno coperto anche le edizioni dei Tg Mediaset, che registrano uno ‘storico’ sorpasso, col Tg5 che ha parlato del governo più del Tg4 di Emilio Fede, 64,9% vs 51,3%. Sul fronte opposizione, però, il rapporto si inverte, con il 9,8% del tempo del Tg5 dedicato all’opposizione contro il 6,1% del Tg4.

    Si è ovviamente scatenato un bailamme politico, come anticipato in apertura: la redazione del Tg1 ha risposto sottolineando che “i dati vanno considerati nel tempo e non nel singolo giorno. La regola di dare un terzo dello spazio al governo, un terzo alla maggioranza e un terzo all’opposizione non è stata decisa da noi. Poi è chiaro che in un momento come questo in cui tiene banco la dialettica interna al Pdl la maggioranza ha più spazio, ma basta guardare ai giorni del Congresso del Pd per vedere come i numeri dell’opposizione schizzino in alto“.
    Opposizione frustrata” chiosa Capezzone, portavoce del Pdl. A voi i commenti.

    503