Tg La7, Enrico Mentana al bivio: ‘Nessuna denuncia’, tuona il Cdr

Stando alle parole di uno dei membri del Cdr, Enrico Mentana avrebbe inventato una scusa assurda per dimettersi dal Tg di La7: a differenza di quanto l'ex-conduttore di Matrix ha dichiarato, non c'è stata nessuna denuncia

da , il

    Enrico Mentana dimissioni

    La notizia è delle ultimissime ore: Enrico Mentana si è dimesso, lasciando il Tg di La7 nelle mani di chissà chi e chissà per quanto tempo. Non è un bel momento per la libera informazione: l’ex-conduttore di Matrix ha sempre affrontato con grande professionalità il suo lavoro; secondo molti, era l’unico che avrebbe potuto portare, e che in effetti lo ha fatto fino a ieri, una ventata d’aria non tanto fresca quanto pulita nel mondo dei mass media. I motivi delle dimissioni stanno – secondo quanto lo stesso Mentana ha dichiarato poco fa, facendo colare a picco le azioni di Telecom Italia Media – nella denuncia che il Comitato di redazione del TgLa7 avrebbe sporto contro di lui per comportamento antisindacale. Non ha fatto in tempo a dimettersi, però, che son già state diffuse versioni differenti rispetto alla sua.

    Uno tra i membri del Cdr, Stefano Ferrante, ha per esempio spiegato che:

    Il cdr non ha denunciato Mentana alla magistratura ordinaria, questo deve essere chiaro

    facendo intendere a tutti che quelle del direttore sono state soltanto scuse. Per di più, volendo dare ulteriori informazioni su quanto accaduto, ha sottolineato che:

    La Fnsi ha mandato un comunicato chiedendo di pubblicarlo, e il cdr ha fatto solo da tramite con il direttore, che non ha ritenuto di leggere il comunicato durante il Tg. Ma da noi non è partita nessuna denuncia.

    Mentana non vuole puntare al Tg1, non entusiasmatevi; proprio ieri sera, infatti, commentando le dimissioni di Minzolini, ha ribadito la sua voglia di restare nel telegiornale e di portare avanti quella che a tutti è sempre sembrata una missione più che una professione.

    Restate sintonizzati su Televisionando, perché seguiremo la vicenda in tutti i suoi risvolti. A prestissimo!