Temuera Morrison e Jeffrey Thomas in Gods of The Arena; novità per Spartacus 2

Temuera Morrison e Jeffrey Thomas in Gods of The Arena; novità per Spartacus 2

Temuera Morrison e Jeffrey Thomas appariranno in Gods of The Arena, il prequel di Spartacus Blood and Sand per cui abbiamo qualche novità/spoiler sulla seconda stagione

    Temuera Morrison e Jeffrey Thomas appariranno in Gods of The Arena

    Temeura Morrison è l’ultima new entry di Spartacus: Gods of the Arena, il prequel in sei puntate che servirà da antipasto per la seconda stagione Spartacus Blood & Sand: l’attore, Jango Fett nel prequel di Star Wars, sarà Doctore, l’allenatore dei gladiatori; Jeffrey Thomas apparirà invece nel ruolo di padre di Batiatus (John Hannah). In totale le new entry sono cinque, nei giorni scorsi erano infatti arrivati Dustin Clare, Jaime Murray e Marisa Ramirez. E se non volete anticipazioni sgradite sulla seconda stagione di Spartacus, fermatevi qui…

    Quelle su Spartacus: Gods of The Arena non sono le uniche novità per Spartacus: Blood and Sand, se nei giorni scorsi non c’era la certezza che Lucy Lawless avrebbe ripreso il suo ruolo di Lucretia nella seconda stagione, adesso il produttore Steven S. DeKnight conferma che l’ex Xena tornerà perché il network ha voluto così, “ci hanno chiamato e la volevano anche nella seconda stagione, io non volevo perché l’idea era che Lucretia – colpita a morte da Crisso (Manu Bennett) – avrebbe dovuto morire“.

    Se per DeKnight far fuori la Lawless non sembrava un problema (ma non è chiaro se Lucretia apparirà viva o in flashback), ad ispirare il prequel è stato John Hanna, il produttore ha spiegato che sì, Batiato è morto, ma lavorare con Hanna è stato un piacere e per questo aveva pensato di inserire l’ex dominus nella seconda stagione di Spartacus grazie a sequenze flashback. “Amiamo tutti John e lui ha ribadito più volte l’interesse a tornare”, ha anticipato DeKnight, che ‘grazie’ alla malattia di Andy Whitfield – che ha ‘spianato’ le porte a Gods of The Arena – ha potuto riportare Hanna sul set (ed incentrare su di lui la storia del prequel).

    Per me era un grande dispiacere non poter tornare in Spartacus – ha rivelato l’attore – e farlo per sei episodi, assieme a Lucy Lawless, è magnifico: mi sono molto divertito con Spartacus, lo show è grandioso, un grande dono per un attore, visto che la maggior parte delle sceneggiature che ti propongono sono di show procedurali e polizieschi.

    Spartacus – ha concluso Hanna – è come una ventata d’aria fresca“.

    445

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI