Televoto, istruttorie Antitrust separate per Rti e Rai

Televoto, istruttorie Antitrust separate per Rti e Rai

Nuovi problemi per Rai e Madiaset sul meccanismo del televoto

da in Mediaset, Rai, antitrust, televoto
Ultimo aggiornamento:

    rai mediaset loghi

    Il televoto è ancora nelle attenzioni nell’Antitrust che apre due istruttorie separate, una per Rti e una per la Rai. Il motivo è di riuscire a fare luce sul meccanismo del televoto stabilendone o meno la trasparenza. Il dubbio di fondo, infatti, è che dietro al televoto ci possa essere in realtà una finalità commerciale scorretta che danneggia i consumatori. L’Antitrust è arrivata a questa conclusione dopo il fallimento del tentativo in cui si richiedeva alle due aziende di filtrare il meccanismo di televoto escludendo le utenze business per evitate una concentrazione di chiamate pilotate.

    Ma evidentemente sono mancati gli estremi per portare a buon fine tale richiesta e quindi si è reso necessario, da parte dell’Antitrust, passare ad altre vie avviando altri procedimenti atti a monitorare eventuali anomalie nel sistema della telefonate, cioè si deve verificare che il televoto espresso dai telespettatori a casa sia davvero efficace e venga correttamente conteggiato e non serva soltanto per far spendere soldi all’utente. Le istruttorie sono state aperte anche delle società Telecom, Polymedia e Neo Network, la prima perché opera nella fornitura di servizi di telefonia fissa e internet, le altre due perché sono aziende che lavorano con Rti (Mediaset) e Rai, occupandosi prevalentemente di progettazione e sviluppo di prodotti per la televisione interattiva.
    Il problema è grande e reale e coinvolge tutti i programmi di maggiore ascolto che ormai si reggono quasi esclusivamente sul meccanismo del televoto, dal Grande Fratello ad X Factor è facile quindi capire l’allarme e la necessità di fare immediata chiarezza. Ad oggi, infatti, quello che l’Antitrust ha verificato è la concreta possibilità che operatori specializzati del settore effettuino un alto numero di telefonate esprimendo preferenze già stabilite facendo in questo modo decadere le reali scelte del pubblico, a vantaggio di un accordo preciso giocato sull’acquisto di voluminosi pacchetti di televoto. Tutto ciò, se fosse vero porterebbe ad un voto alterato senza alcuna garanzia di trasparenza né chiarezza.

    E farebbe anche crollare il mitico concetto del pubblico sovrano che tutto può decidere e tutto può cambiare. La chiarezza a questo punto è d’obbligo.

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MediasetRaiantitrusttelevoto