TCA Press Your 2010: le novità in casa HBO

TCA Press Your 2010: le novità in casa HBO

TCA Press Your 2010: le novità in casa HBO; video per Boardwalk Empire, Game of Thrones ha buone possibilità per diventare una serie, ci sarà un sequel per "When the Levees Broke: A Requiem in Four Acts" di Spike Lee, dettagli per Treme e The Pacific

    Se questo è quello che ci promette Boardwalk Empire, serie di Martin Scorsese al debutto nel settembre del 2010, la sottoscritta è già pronta all’adorazione: dopo mesi di sole “chiacchiere”, infatti, HBO ha già messo in rete – dopo averlo mostrato nel corso del TCA Press Tour del 2010 – il primo promo di questa gangsta-serie (vedi sotto; in alto, invece, le prime immagini dal set), tratta dall’omonimo libro di Nelson Johnson. Come abbiamo scritto più volte, Boardwalk Empire sarà ambientata nella Atlantic City del 1920: protagonisti Nucky Johnson (Steve Buscemi), uomo d’affari che sotto il Proibizionismo cominciò a vendere liquori, e Jimmy Darmody (Michael Pitt), giovane, intelligente e spietato veterano della prima guerra mondiale che diventerà uno dei tirapiedi di Nucky nella sua scalata al successo.

    Secondo quanto rivelato da un anonimo, il pilot di Boardwalk Empire è costato 50 milioni di dollari: “Ha un cast gigantesco e molte ricostruzioni d’epoca – ha spiegato una fonte a Page Six, inserto del New York Times – ovviamente gli episodi restanti sono costati di meno perché hanno riusato set e costumi, ma il primo è stato proprio costoso“, cosa che ha causato le preoccupazioni di HBO. E le news per la rete non finiscono qui…

    Boardwalk Empire, il promo


    Michael Lombardo, il presidente/capo della programmazione della rete, ha spiegato che il pilot fantasy di “Game of Thrones” potrebbe presto diventare una serie vera e propria, i giornalieri (quello che viene montato dopo una giornata di girato) “sono fantastici – ha detto Lombardo – e sarei molto sorpreso se la serie non ottenesse il via libera“, per un probabile debutto a marzo/aprile del 2011.

    Dopo il grande successo del documentario di Spike Lee ”When the Levees Broke: A Requiem in Four Acts” documentario in quattro parti sui ritardi e le inefficienze seguite al 29 agosto 2005, quando l’uragano Katrina ha investito la città di New Orleans portando molta distruzione, il regista sta girando un ‘sequel’ che andrà in onda quest’estate per ricordare il disastro cinque anni dopo che è avvenuto, investigando i progressi – o la mancanza degli stessi – nell’educazione, ripopolamento e costruzione delle case in seguito a Katrina.


    E Katrina spadroneggerà sui palinstesi HBO, ricordiamo che l’11 aprile è previsto il debutto di Treme: creata da David Simon ed Eric Overmyer, entrambi già dietro “The Wire”, la serie racconta di un gruppo di cittadini di diversa estrazione sociale che tentano di ricostruirsi una vita nel post uragano Katrina ed andrà in onda su HBO dall’11 aprile.

    Nei giorni scorsi, lo ricordiamo, la rete ha stabilito anche una data di debutto per The Pacific, miniserie in 10 puntate prodotta da Tom Hanks e Steven Spielberg, sequel di Band of Brothers, che vedremo a partire dal 14 marzo. Laddove BoB era incentrata sugli eventi della seconda guerra mondiale in Europa The Pacific, una delle produzioni più costose della storia, racconterà degli eventi della seconda guerra mondiale sull’Oceano Pacifico.

    La serie, secondo quanto rivelato nel corso del TCA Tour 2010 di HBO, ha causato delle frizioni tra rete e produttori, ogni puntata di The Pacific (contrariamente a Band of Brothers) sarà infatti preceduta da un breve riassunto di storia visto che – ha rivelato Tom Hanks – “la rete pensava che fosse difficile che la gente potesse eccitarsi per una battalgia a Guadalcanal senza un contesto storico, anche se a noi interessavano più i personaggi del concetto storico“.

    766

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE