Tamarreide va sospeso, parola di Codacons

Tamarreide va sospeso: questa la richiesta del Codacons a Italia 1, dopo il debutto di lunedì 13 giugno

da , il

    Tamarreide Cristiana

    E’ andata in onda ieri la prima puntata di Tamarreide, docusoap in onda su Italia 1 che vorrebbe raccontare il mondo dei tamarri, ma che invece assomiglia tristemente a un Grande Fratello ‘illeggitimo’. Non sono passate neanche 24 ore dal debutto che il Codacons e l’Associazione Utenti Radiotelevisivi ne chiedono la sospensione. Si sa, in queste cose decide l’Auditel e ieri per il debutto Tamarreide è stato seguito da 2 mln di telespettatori per un 7,97% di share.

    Il Codacons chiede l’immediata sospensione di Tamarreide (qui il commento live della prima puntata) e la motiva con la sostanziale ‘inutilità’ di un programma che “sulla carta mira ad analizzare il modo di vivere e l’identità di questi soggetti che rappresentano uno spaccato del nostro paese, ma che nella pratica è un concentrato di eccessi, dove volgarità, parolacce, atteggiamenti ambigui e riferimenti al sesso sono al centro di tutto“. A questo va aggiunto il fatto che “considerato il target della rete, la trasmissione rischia di risultare particolarmente diseducativa per i giovani, fornendo modelli di riferimento controversi e situazioni, comportamenti e contesti quantomeno discutibili“. Da qui la richiesta di sospensione di Tamarreide, di cui sono previste altre sei puntate per altrettanti lunedì, o quantomeno lo spostamento in un’altra fascia oraria. Ma l’ultima parola spetta all’Auditel, si sa.