Tamarreide stroncato da Aldo Grasso: la più tamarra? E’ Fiammetta

Tamarreide stroncato da Aldo Grasso: la più tamarra? E’ Fiammetta

Tamarreide? "Tanto povero di idee, quanto ricco di cattivo gusto" a criticare la docu-soap di Italia 1 è Aldo Grasso

    fiammetta tamarra

    Il Codacons vuole chiuderlo e ad Aldo Grasso non è piaciuto neanche un po’. Parliamo della docu-soap di Italia 1 Tamarreide, la versione italiana di Jersey Shore che ha convinto solo in parte il pubblico. Anzi per Grasso “la più tamarra è Fiammetta Cicogna“, la conduttrice. Grasso riconosce chiaramente la fonte di ispirazione del programma in Jersey Shore e aggiunge però che i coatti nostrani sono ben lontani dall’originale del New Jersey. Dopo il salto i pezzi salienti del fondo di Aldo Grasso.

    Secondo il critico del Corriere della Sera, un programma del genere non sarebbe mai esistito se non fosse stato trasmesso Jersey Shore. Per Grasso però i due show non sono minimamente comparabili perché “i guidos sono una realtà sociale con cui fare i conti (ragazzi di origine italiana che parlano un inglese particolare, non conoscono le buone maniere, si esprimono sopra le righe), come dimostrano i libri che in America sono usciti sul fenomeno, qui ci troviamo di fronte a una pura imitazione“. E aggiungiamo di bassa lega, come notato già nel nostro commento live della prima puntata.

    La messa in onda di Tamarreide avviene poi in un momento cruciale “mentre si discute sul ruolo avuto dal web nei recenti referendum, sulla funzione non più centrale della tv nella creazione del consenso, sul rapporto fra i giovani e la loro autorappresentazione“. Secondo la penna del Corriere della Sera è un errore “prendere un programma ed elevarlo a rappresentazione di una categoria; alcuni generi, come il talk show o il reality, sono dei contenitori che, per soddisfare le proprie esigenze, modellano a piacimento gli ospiti.

    Dunque risulta molto difficile fare una radiografia generazionale partendo da singoli programmi, si rischia solo lo stereotipo“.

    In attesa di vedere la seconda puntata per Aldo Grasso “resta forte però l’impressione di programma modesto, molto modesto. Tanto povero di idee quanto ricco di cattivo gusto. In conclusione Grasso sottolinea che “la più tamarra di tutti, comunque, è la conduttrice Fiammetta Cicogna“. Intanto si è scoperto che una dei protagonisti, la bella Christiane Mirò è in realtà erede della famiglia Ambrosoli, per intenderci quelli del miele. Alla cubista è bastato davvero poco ed è già finita sotto le lenzuola con l’altro tamarro Claudio.

    487

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI