Tamarreide, live e commento della quarta puntata: Ketty entra nel gruppo perché bisex

Tamarreide, live e commento della quarta puntata: Ketty entra nel gruppo perché bisex

La quarta puntata di Tamarreide in diretta web: tutti a Lido di Camaiore, pronti a far salire sul bus la new entry Ketty Passa

    Pronti a seguire la quarta tappa di Tamarreide? I sette reduci, partiti in blocco da Roma ormai tre settimane fa, si preparano a far spazio a un nuovo elemento, Ketty Passa, chiamata a sostituite la ‘fumantina’ Angelica Alba. Tra un bagno termale e l’ennesima serata in discoteca quali assurde liti e quali improbabili scenate di gelosia ci aspettano questa sera? In alto l’intevista rilasciata dai Tamarri al Telefilm Festival.

    Ormai quello con Tamarreide è un appuntamento per noi ‘imperdibile’ (uhm, vabbè…): diciamo che vogliamo vedere fino a dove hanno intenzione di spingersi gli autori, sebbene va detto che non c’è nulla di più noioso e ripetitivo di questa sorta di (finta) docu-soap nel mondo tamarro. E dire che c’è chi crede che il grado zero della scrittura fictional sia Beautiful, che ruota da anni intorno a due/tre personaggi: ebbene, ci vogliono le capacità per far appassionare quotidianamente milioni di persone ogni giorno sulle avventure di Brooke e Ridge a più di venti anni dal loro primo incontro. Qui siamo alla quarta puntata e già non c’è più niente da dire.

    Ma siamo pronti, il bus dei tamarri viaggia in direzione Lido di Camaiore.

    21.11
    E ci siamo. Si parte col consueto riassunto delle puntate precedenti, utile a ricordare al pubblico la tipa incontrata dai ragazzi al Tenax di Firenze, che disturberà i sonni di Marika, visto che Manuel ha mostrato un certo interesse per la ‘fata’ di Firenze.
    Ma prima di entrare nel turbine della gelosia ecco un po’ di racconti di infanzia di Marika, che racconta di aver fatto da madre alla mamma. Ma eccola la mamma, che tutto ci sembra eccetto che una ‘squilibrata’: il suo errore, dice, è quella di averla trattata troppo da adulta, vista anche la mancanza del padre. “Io c’ho ‘na maschera… non mi sento quella donna forte che voglio far vedere, dentro dono molto molto debole”.
    Anche Cristiana si sfoga con Marika, ma a noi non è dato sapere niente: scatta la censura, con tanto di labbra oscurate per non far capire il labiale. La famiglia Ambrosoli è intervenuta sul programma? E a spiegare le conseguenze dell’infanzia difficile arriva il sociologo Domenico De Masi, che si lancia in un paragone con Caravaggio: le sue difficoltà si sono tradotte in una pittura innovativa “ma poi nella vita è rimasto profondamente tamarro“. Tu guarda un po’ cosa si deve sentire…

    Con il solito montaggio a dir poco ellittico, si passa ad altre ‘riflessioni’ di Marika, che in viaggio esprime ai ragazzi alcune sue perplessità sul suo futuro: “Se a trent’anni non punto sulla bellezza che faccio? Non ho un diploma, non so’ far niente…“. Beh, lavorare no, eh?
    Perplessità sull’esperienza tamarra on the road arrivano da Antonio, che si sente un pesce fuor d’acqua: la sua vita non è fatta di discoteche, non si definisce un tipo eccessivo, anche se poi riceve le critiche di Manuel e Cristiana, subito pronti a rinfacciargli che poi in discoteca è il primo a divertirsi. Beh, una tantum si può anche fare. Bellissimi, comunque, tutti e sette seduti sulla spiaggia a far polemiche ‘a gratis’: si vede che sono stati messi là ed è stato detto loro di che parlare…

    Ovviamente spunta anche la querelle Marika-Manuel, con inserimento di Antonio, nel letto del quale Marika ‘è scivolata’, dice lei; ma dopo il palo ricevuto a Firenze e le provocazioni di Marika il self control di Antonio è messo a dura prova.

    21.23
    Ma ecco il momento della scelta del gruppo: da una parte cìè Natasha, 19 anni di Milano, disoccupata che si definisce tamarra doc, definita dai ragazzi ‘una brutta copia di Marika’; l’unica preoccupazione di Claudio è che non faccia problemi “Cioè, non è che se andiamo a mangiare pesce rompi i ‘cojo**’”. Anche Ketty all’inizio non esalta proprio il gruppo: Cristiana la trova troppo vecchia, ma a convincere il gruppo c’è un dettaglio sostanziale, si dichiara bisex. Insomma, quello che mancava. E tutti sono d’accordo a farla salire sul bus… Sentiamo già il Codacons e il Moige preparare un comunicato stampa per domani.

    21.29
    Ed ecco che sulla spiaggia di Camaiore arriva Ketty, il cui ingresso nel gruppo viene spiegato da Paolo Cianconi, Psicoterapeuta e Antopologo, che ci illustra come i gruppi cambiano inevitabilmente con l’inserimento di un nuovo membro. Beh, anni e anni di Grande Fratello lo hanno certo già spiegato al pubblico tv. Intanto i sette commentano il suo look: capello corto, tatuata, per Cristiana è un cartoon che non ha nulla di tamarro (senti chi parla), per i ragazzi è intrigante.

    Ohhh, l’incontro della settimana è con Tommaso de Mottoni y Palacios, ex concorrente del Grande Fratello 9 già ‘amatissimo’ dal pubblico tv: a lui il compito di spiegare le buone maniere e di illustrare il modo di vivere del dandy. Riesce a rendere simpatici perfino i tamarri con suo fare arrogante, già testato durante la sua esperienza al GF. Cerca di spiegare che non sono i soldi a fare il dandy, ma regala (o meglio fa finta di regalare) polo e cravatte, da indossare rigorosamente insieme (ossignore!). Risultato? Di fronte alle sua arroganza, metà gruppo lascia la sua lezione: complimenti a Tommaso! E non vi riportiamo i commenti di Claudio & Co. nei suoi confronti. Dal suo canto Tommaso dà loro delle ‘bestie’: siparietto perfetto… di altissimo livello. Ci salva la pubblicità.

    Tamarreide Tommaso de mottoniGF9

    21.45
    Si riparte da dove ci eravamo lasciati, con gli improperi (a dire il vero anche meritati) del gruppo nei confronti di Tommaso.

    E dopo la parentesi ‘culturale’ (certo che Tommaso è riuscito dove i suoi predecessori avevano fallito, solidarizzare con i tamarri) si va sulla new entry Ketty, che esprime subito le prime impressioni sui compagni di viaggio. “Io a Milano il sushi lo mangio tutti i giorni” dice Cristiana, sempre ‘dentro’ il mood tamarro, eh!

    Giunge anche il momento del relax nella piscina termale... Comunque finora ci era sfuggito un particolare: a rendere ancora più indigeste le gesta dei tamarri ci si mette anche il montaggio assolutamente folle, che mescola situazioni, discorsi, confessionali facendo credere che ci sia un filo logico. Ma alla fine la sensazione è solo quella del più totale disorientamento, in una storia che vorrebbe andare, ma non si sa dove… In tutto questo Marika Baldini vince il titolo di miss ‘culetto’ tamarro.

    tamarreide quarta puntata

    Neanche durante i massaggi i tamarri si rilassano, ma Melissa e Claudio dopo qualche battibecco iniziano a scoprirsi amici (ah beh!). Marika e Manuel, invece, litigano in riva al mare ancora per la ‘fata’ del Tenax. E ci domandiamo come la riempiono un’altra ora di programma! Intanto, per risollevare il morale di Marika, e renderla ancora più protagonista, arriva la mamma, proprio quella di cui fino a dieci minuti fa ha detto peste e corna. E ora Marika non regge l’emozione e frigna nel vedersela arrivare sulla spiaggia. L’effetto Grande Fratello è garantito in questi casi. Pubblicità.

    22.14
    L’incontro tra Marika e la madre è utile per sciorinare un po’ di fatti privati in tv, senza neanche la scusa della diretta… beh, c’è a chi piace…
    Ma ecco il momento clou della serata: Manuel invita sul pullman la tipa del Tenax, scatenando le ire funeste degli altri. E la tipa ci va pure…

    Tamarreide quarta puntata manuel

    Ovviamente i commenti inutili sull’opportunità di chiamare e ospitare la tipa si sprecano, tanto da occupare praticamente tutto il blocco. E Manuel accoglie le critiche con ‘sportività’: se dovesse ricapitare la inviterà di nuovo. Fatto sta che poi tutto si dissolve, come sempre, in una bolla di sapone, con passeggiata romantica di Manuel e Marika sul molo di Camaiore e bacio a suggellare la pace. Ah, l’amore non è bello se non è litigarello (aiuto!).

    22.38
    Non è ancora finita, ovviamente: cosa ci inventiamo per chiudere questa puntata? Una bella lezione di tennis (tipico sport tamarro, eh) da parte di Manuel al gruppo. “Manuel svela ai compagni un lato del suo carattere finora sconosciuto” dice la Cicogna. Qual è? E’ sborone e per niente autoironico… e fin qui nulla di nuovo. In realtà c’è la sorpresa: compare il padre di Manuel e lui inizia a piangere… questo è lo scheletro nell’armadio. Pubblicità.

    22.47
    Arieccoci con Manuel e il padre: è lui ad averlo iniziato al tennis, lui ad averlo sostenuto, lui ad essere il suo primo fan, “a credere in me più di quanto io creda in me stesso… ho sempre paura di deluderlo”, dice Manuel. Eh sì, perché a quanto pare Manuel ha un passato (e forse un futuro) da agonista. Ma dove sono i tamarri, doveeeeee! Ci sa che gli autori di Tamarreide hanno confuso il perfetto concorrente da reality col tamarro… e sono quattro settimane che lo diciamo, purtroppo siamo costretti a ripeterci. E scatta anche l’abbraccio: è la prima volta, dice il padre. Per il ‘debutto’ si sceglie la telecamera… E il suo pianto conquista le ragazze.

    22.55
    Il bus riprende il viaggio: prossima tappa Torino, quindi capolinea a Milano. Dovrebbero mancare altre tre puntate alla fine del tour di Tamarreide. PIù passa il tempo più ci domandiamo a cosa doveva servire ‘sto programma. Mah, intanto c’è aria di esplusione per Cristiana… ci crediamo? Per ora buonanotte.

    1667

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE