Superbowl, si riesamina multa a CBS per capezzolo di Janet Jackson

Si riparla del capezzolo di Janet Jackson, nel 2004 Justin Timberlake le scoprì il seno durante l'halftime show del Super Bowl

da , il

    Incredibile, ma vero… Negli States ancora si parla del capezzolo di Janet Jackson. La corte d’appello federale ha deciso di riesaminare la multa commissionata dalla FCC (la Federal Communications Commission, l’organo di maggior potere della tv Usa) alla Cbs, il canale che trasmette l’evento sportivo più amato degli Stati Uniti. Intanto ricordiamo l’episodio: durante l’halftime show, lo spettacolo fra il primo e il secondo tempo della partita di football più amata, sul palco si trovavano Janet Jackson e Justin Timberlake, quest’ultimo alla fine delle performance a causa di un gesto maldestro lasciò nudo il seno della della cantante. Sin da subito si parlò di “wardrobe malfunction“, problemi di guardaroba, mentre secondo i maligni il siparietto era stato concordato prima.

    Quella parte dello show era gestita da Mtv che chiese subito scusa alla Cbs. La terza Corte d’Appello di Philadelphia all’epoca dei fatti si schierò in favore dell’applicazione di una multa di 550mila dollari contro la Cbs, richiesta che venne però respinta. La Corte Suprema l’anno scorso chiese a un’altra corte di ristabilire l’ammenda, corte che però rifiutò di far pagare una multa così salata solo per mezzo secondo di nudità.

    Quello che negli Usa è ormai noto come “capezzologate” non è ancora finito: alcuni avvocati hanno affermato che episodi simili sono sempre passati inosservati nel passato e che l’interevento della FCC d’allora era totalmente immotivato. La FCC cambiò le regole ad hoc per il caso della Jackson, la commissione modificò le norme relative alla decenza. Questa decisione non garba al canale tv, la Cbs scrive in un comunicato: “Questo rimane un problema importante per l’intero mondo televisivo perché riconosce che ci sono dei casi rari, per lo più durante i programmi live, in cui nonostante tutti gli sforzi è impossibile bloccare del materiale effimero“.

    Di fatto non si può parlare di omesso controllo durante programmi in diretta e forse questo aiuterà il network a non pagare una multa salata.