Striscia la notizia, Stefania Petyx e l’atto intimidatorio: Greggio e Iacchetti in piedi per l’inviata

Striscia la notizia, Stefania Petyx e l’atto intimidatorio: Greggio e Iacchetti in piedi per l’inviata

Il giornalismo-coraggio infangato da menti incivili: 'Non ho paura, faccio bene il mio lavoro'

    Striscia la notizia, Stefania Petyx e l’atto intimidatorio: Greggio e Iacchetti in piedi per l’inviata

    Dopo l’atto di intimidazione, l’inviata di ‘Striscia la notizia’ Stefania Petyx ha commentato la notizia dell’ordigno esploso nella sua auto, nel quartiere Ballarò di Palermo, durante il programma di Canale 5. Capitanati dai conduttori Ezio Greggio ed Enzino Iacchetti, infatti, i presenti in studio si sono alzati in piedi nel corso della puntata di ‘Striscia la notizia’ del 18 gennaio 2016, al fine di omaggiare il giornalismo-coraggio di Stefania Petyx, vittima di qualche incivile nella giornata di lunedì scorso.

    ‘Nella tarda serata di ieri (17 gennaio 2016 ndr) – ha spiegato Ezio Greggio, confermando che per Stefania Petyx si è trattato di un atto intimidatorio – ignoti hanno fatto esplodere un ordigno sotto la sua auto, posteggiato nei pressi della sua abitazione. La macchina – ha fatto sapere il conduttore – ha praticamente tutti i finestrini in frantumi, il cofano della vettura è distrutto e per fortuna nella macchina e nei suoi pressi non c’era nessuno, altrimenti le conseguenze potevano essere ben diverse’.

    Auto Stefania Petix

    Quindi, i due conduttori di ‘Striscia la notizia’ Ezio Greggio ed Enzino Iacchetti hanno commentato la notizia dell’atto intimidatorio insieme a Stefania Petyx, in collegamento via Skype da Palermo, con l’applauso e l’abbraccio virtuale proveniente dagli studi Mediaset.

    ‘Se mi sono spaventata? In realtà no. Quando fai questo lavoro – ha spiegato Stefania Petyx -, lo sai che può arrivare qualcosa, quindi te lo aspetti. Non lo penso solo io: anche se parli con gli altri inviati, ti dicono la stessa cosa. Anzi, forse è il segno che stai facendo bene il tuo lavoro. Con questo non voglio dire che mi faccia piacere. Dà sempre fastidio, però paura no: è una cosa con la quale abbiamo già fatto i conti’.

    Striscia, Petyx

    Sospetti sul motivo di questo vile atto? Le chiede Iacchetti da studio. ‘In realtà no – ha risposto l’inviata -, però per fortuna sono arrivati subito le Forze dell’Ordine, i Vigili del Fuoco, gli Artificieri. Li ringrazio. Di base sono stati gentilissimi, poi non so se troveranno…Certo è che a occhio le indagini non saranno facili, perché ho scoperto che nella mia zona, che è il quartiere Ballarò, un quartiere bello ma difficile, non c’è una sola telecamera, quindi non so cosa potranno cercare.

    Purtroppo in uno dei quartieri più difficili non c’è una sola telecamera per la sicurezza e questo è un problema’.

    Petyx

    Nonostante il grave gesto nei suoi confronti, per Stefania Petyx non sono mancati tanti attestati di stima. ‘Fatemi approfittare per dire grazie perché la giornata è stata strana, quindi è stata l’unica nota positiva. Ringrazio veramente tutti. Ne ho letti tantissimi, ma purtroppo non ho potuto rispondere. Ringrazio anche le Istituzioni’. Così ha fatto sapere l’inviata divenuta celebre anche per il suo personaggio a ‘Striscia’ insieme al bassotto.

    Fortunatamente per l’Informazione e per continuare a combattere l’inciviltà che alberga in alcuni menti, l’inviata di ‘Striscia la notizia’ non ha nessuna intenzione di fermarsi nel suo lavoro. ‘Come si risponde ad un gesto del genere? Andando a lavoro – ha spiegato – e continuando a fare quello che si fa. Ovviamente in questo momento lo faccio senza auto, quindi probabilmente dovrò farlo in zone vicini, quindi a Ballarò’.

    A questo punto, i conduttori per primi e anche il pubblico in studio si sono alzati in piedi per omaggiare il coraggio dell’inviata Stefania Petyx. Gli ultimi servizi da lei realizzati hanno riguardato la Scuola Cavallari di Brancaccio (4 gennaio), alcune strutture sportive a Palermo (30 dicembre 2015), il Multipianto a Porto Empedocle (28 dicembre) e il Parco dell’Addolorata (14 dicembre).

    776

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI