Striscia la Notizia e Fabio De Nunzio, contenzioso risolto: ‘Mingo ha operato unilateralmente’

Dopo il chiarimento tra Antonio Ricci e l'ex inviato, giunge la replica di Domenico De Pasquale

da , il

    Striscia la Notizia e l’inviato Fabio De Nunzio hanno avuto modo di risolvere il contenzioso per il caso scoppiato nel 2015 e che vedeva coinvolti Mingo (Domenico De Pasquale) e ‘il buon Fabio’. I due inviati pugliesi, infatti, vennero sospesi dal tg satirico di Antonio Ricci per alcune segnalazioni giunte dalla Puglia su una presunta truffa per 10 servizi ‘taroccati’ realizzati dalla coppia. Secondo l’accusa della Procura di Bari, Mingo, con la complicità della moglie e all’insaputa di Fabio De Nunzio, avrebbe truffato per 170mila euro Mediaset organizzando ben dieci servizi su fatti inventati e fatti passare per veri, facendosi rimborsare costi non dovuti per figuranti e attori. La svolta cui sono giunte le indagini, dunque, ha permesso il chiarimento tra Antonio Ricci e ‘il buon Fabio’.

    Il comunicato di Striscia la Notizia ha annunciato, dunque, la risoluzione del contenzioso con Fabio De Nunzio in seguito ai risultati delle ultime osservazioni: ‘Le indagini della Procura di Bari hanno confermato che Mingo e la moglie hanno operato unilateralmente – si legge nella nota del tg satirico di Canale 5 – ‘taroccando’ alcuni servizi in danno di Striscia e all’insaputa dello stesso Fabio’, per questo motivo Striscia ha rinnovato la fiducia nei confronti dell’ex collaboratore che ‘sia in pubblico che in privato ha espresso dispiacere per l’accaduto, rammaricandosi di non essersi accorto di nulla e smarcandosi finalmente dal suo vecchio socio’. Dunque, il tg satirico nella persona di Antonio Ricci, ‘alla luce delle risultanze investigative e della netta presa di distanza di Fabio, ritiene dunque di poter credere alla buona fede del suo ex-inviato, che dal canto suo ringrazia e conferma la sua stima per il lavoro di Striscia la Notizia’.

    Al chiarimento tra Fabio De Nunzio e Striscia la Notizia, è giunta una nota da parte di Domenico De Pasquale e della moglie Corinna Martino: ‘Ci stupisce che soltanto ora Fabio De Nunzio dichiari pubblicamente, guarda caso in un comunicato congiunto con Striscia la notizia, di essere stato – a suo dire – “truffato”. Una consapevolezza un po’ tardiva se si pensa che fino a qualche giorno fa e per più di un anno e mezzo abbiamo condotto insieme una battaglia legale in tutte le sedi giudiziarie e, in più di un’occasione, abbiamo pubblicamente denunciato la macchina del fango e mediatica che si è scagliata contro di noi – si legge nella replica della coppia, accusata di aver truffato Striscia la Notizia e Mediaset – Ancora insieme, e grazie a noi, Fabio De Nunzio è anche tornato a lavorare in tv. Ecco perché questo cambiamento di rotta ci lascia profondamente perplessi. E’ l’evidente dimostrazione che ha preferito incassare un assegno da Mediaset, così come proposto precedentemente anche a noi, piuttosto che lottare nel nome della verità dei fatti. Per quanto ci riguarda, la verità non ha prezzo’.