Strage di Bologna, la Rai ricorda il 32esimo anniversario [VIDEO]

Strage di Bologna, la Rai ricorda il 32esimo anniversario [VIDEO]

A 32 anni dalla strage di Bologna, la Rai ricorda le vittime dell'ordigno che uccise 85 persone

    32esima commemorazione della strage del 2 Agosto 1980

    Il 2 agosto di trentadue anni fa alle 10:25 nella stazione di Bologna Centrale scoppia un ordigno lasciato in una valigia abbandonata: la strage ucciderà ben 85 persone e ne ferirà oltre 200. La strage di Bologna, uno degli atti terroristici più gravi del secondo dopoguerra, è rimasta ancora oggi senza colpevoli. Le vittime della strage del 1980 vengono ricordate oggi dal palinsesto Rai. Quella dannata esplosione di quel giorno fu sentita fino a chilometri di distanza e lo scoppio dell’ordigno investì anche la fermata di taxi e un treno fermo in stazione. Ecco come la rete pubblica nazionale ricorda la strage di Bologna.

    La Rai ha già trasmesso questa mattina la commemorazione delle vittime su Rai News, come ogni anno il 2 agosto alle 10:25 vengono ricordate le 85 vittime e le 200 ferite. Alla cerimonia di commemorazione erano presenti il presidente dell’Associazione Familiari Vittime, Paolo Bolognesi e, dopo un minuto di silenzio in memoria delle vittime e il sindaco di Bologna Virginio Merola, insieme a loro era presente il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri. Terminate le commemorazioni ufficiali, a partire dalle 18 su Rai Storia, Res, riproporrà le prime edizioni dei telegiornali dell’epoca. Rai 3 dedicherà la sua seconda serata alla strage di Bologna: ‘Abbiamo deciso di modificare il palinsesto della rete per ricordare una delle pagine più oscure della nostra storia repubblicana‘, ha detto il direttore Antonio Di Bella.

    Da mezzanotte andrà in onda il documentario Un solo errore, Bologna 2 agosto 1980, del regista Matteo Pasi: ‘Un’ opera – a detta dell’autore – che parla ai cuori e alle menti delle persone. Le voci e i volti delle persone direttamente coinvolte nella terribile strage non solo ricostruiscono un evento e un periodo storico-politico fondamentali nella conservazione della memoria collettiva del nostro paese, ma gettano al contempo una luce sul nostro stesso presente e futuro‘. A seguire il concerto finale, registrato da piazza Maggiore a Bologna, del Concorso internazionale di Composizione “2 agosto” per ricordare le vittime della strage di Bologna. Questo concorso è stato creato dall’Associazione tra i familiari delle vittime, nato con l’obiettivo di rispondere con la musica al fragore di quella bomba che ha cambiato per sempre il capoluogo emiliano. A misurarsi quest’anno tre musicisti, accompagnati dall’orchestra, Martin Kennedy, Zhang Zhenzhen ed Edward Top. La regia è affidata ad Andrea Dorigo.

    Per la strage di Bologna, dopo un lungo iter giudiziario, con una sentenza definitiva di Cassazione, vengono condannati il 23 novembre 1995: i neofascisti dei Nar Giuseppe Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, che si sono sempre dichiarati innocenti. L’ex capo della P2 Licio Gelli, l’ex agente del Sismi Francesco Pazienza e gli ufficiali del servizio segreto militare Pietro Musumeci e Giuseppe Belmonte sono condannati per il depistaggio delle indagini, a loro cinque anni più tardi si aggiungono nuovi condannati. A distanza di 32 anni nessuno però conosce i mandanti della strage.

    588

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàRaiRai 3

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI