Storie Maledette 2016: la prima puntata del 21 gennaio [DIRETTA LIVE]

Storie Maledette 2016: la prima puntata del 21 gennaio [DIRETTA LIVE]

La 15.esima stagione si apre con l'intervista di Franca Leosini a Rudy Guede | FOTO e DIRETTA dalla ore 21.00

    Fermi tutti! Va in onda su Rai 3 stasera 21 gennaio 2016, la prima puntata della 15.esima edizione di ‘Storie Maledette’. Televisionando segue in diretta-live l’intervista di Franca Leosini a Rudy Guede, il quale parla per la prima volta in televisione dopo che la Legge lo ha dichiarato colpevole per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. Inoltre, la conduttrice sbarca finalmente in prima serata, cosa non da poco per i fans del programma che aspettano da anni questa ‘promozione’ da parte della rete, attualmente diretta da Andrea Vianello.

    Guede in carcere

    Ore 23:15 – ‘Il mio futuro è nel mio Paese, l’Italia, l’Umbria è casa mia’. Questo il commento di Guede che conclude l’intervista.

    Ore 23:10 – ‘Penso che qualsiasi persona che lotta per la propria innocenza ricorre per la revisione processuale’. Vediamo le immagini di Guede in carcere da 8 anni. Ha recuperato il rapporto col padre e racconta di sentire ancora la maestra Ivana. Cosa fa Guede in carcere? ‘Studio, partecipo ai corsi e aiuto le persone che si trovano in difficoltà’. A breve Rudy Guede si laurea anche e la tesi è impegnativa: ‘storia e mass media’.

    Guede risponde a Sollecito

    Ore 23:00 – Guede, quindi, risponde alle dichiarazioni di Raffaele Sollecito rilasciate ad ‘Otto e mezzo’: ‘Non si dovrebbe rivedere la posizione di questa persona? Chi si alza e dice che è stata fatta giustizia per Meredith, è totalmente mancante di buon senso’. ‘Penso che anche lui e la Knox sappiano la verità su questa vicenda’, aggiunge Guede.

    Ore 22:55 – ‘Se c’è una responsabilità per cui devo pagare? Ho chiesto scusa alla famiglia di Meredith, in quanto mi sento di non aver fatto il massimo possibile che una persona potesse fare nei riguardi di un’altra persona, cioè che non sono riuscito a salvare questa ragazza’.

    La villa in rilievo

    Ore 22:50 – Amanda Knox ha accusato Patrick Lumumba per l’omicidio di Meredith. Guede: ‘Pur di pararsi il sedere, non ha fatto altro che dire il nome di Lumumba’. Il 16 settembre 2008 l’inizio del processo a Rudy Guede: ‘Ho provato a spiegare ai giudici il motivo per cui ero in quella casa, ma evidentemente non ci sono riuscito’.

    Ore 22:45 – Guede sostiene che Amanda Knox si trovava in quella casa. E rimprovera i giudici. Ma la Leosini lo inchioda: ‘I giudici sono indiscutibili’. Poi la fuga di Guede in Germania: ‘Io non ho pensato niente. Ero un ragazzo di 20 anni che aveva assistito ad una tragedia. Poi ho chiamato Giacomo su Skype per 4 ore: gli ho raccontato tutto quanto’.

    Filmato stanza Meredith

    Ore 22:40 – La terribile scena da cui Rudy Guede è fuggito. Meredith avvolta nel piumone sporco di sangue e quasi nuda. La ricostruzione fatta da Guede non combacia con quella accertata dai giudici. Guede, incalzato dalla Leosini, nega pure l’episodio della ‘messa in scena’ del sasso nella finestra per far pensare ad un ladro in casa. Pubblicità.

    Ore 22:30 – ‘Non so in che modo o in che maniera avvengano delle aggressioni, non mi è mai successo’. Il riferimento va al racconto fatto da Guede e al ‘progetto mirato’ degli ipotetici assassini. ‘Amanda c’era, era presente, è la persona con cui Meredith ha iniziato la discussione. Dopodiché questa seconda persona al 100% non sono in grado di dire chi è, ma in otto anni un’idea me la sono fatta. Se andiamo a leggere l’ultima sentenza che si riferisce ai miei presunti corresponsabili, parla chiaro: loro, lì, dentro quella casa, c’erano. Dico loro perché così è scritto in quella sentenza’.

    La cartina di Via Pergola

    Ore 22:15 – Guede avrebbe trovato Meredith ferita e cercato di tamponare le lesioni al collo con degli asciugamano. ‘Cerchi di fare il massimo che puoi in quei momenti. Non ti rendo conti chi è stato. Cerco di fare la cosa giusta: soccorrere Meredith, che addirittura tenta di dire qualcosa. Lo shock non mi ha fatto ragionare e ha fatto sì che uscissi da quella casa’. Guede giustifica l’omissione di soccorso con ‘la paura’.

    Ore 22:10 – Secondo la versione di Guede, lui è in bagno quando avrebbe sentito delle urla. Quindi, si dirige verso la stanza di Meredith Kercher, davanti alla porta vede una sagoma maschile, che gli va contro, e indietreggia. Poi, questa persona avrebbe detto alla Knox: ‘Andiamo, ci hanno scoperto’.

    Meredith, l'incontro con Guede

    Ore 22:05 – ‘Come si svolge la serata? Dalla cucina al salotto. Ho sete, bevo un succo. Meredith inveisce contro Knox e io le chiedo che succede. Lei mi dice di avercela con Knox perché le aveva rubato dei soldi. Cerco di tranquillizzarla e di farla ragionare. Sempre nel salotto-cucina, ci avviciniamo, non c’è nessun rapporto sessuale e c’è una sorta di petting. Meredith mi dice in inglese se ho il preservativo, ma mi rendo conto che non è il caso di andare avanti e la cosa si interrompe lì’.

    Ore 22:00 – Via della Pergola. Quel giorno lì. ‘Se ero stato invitato? Il giorno dopo mi sono ripresentato presso l’abitazione di Meredith perché eravamo d’accordo’. Leosini ricorda l’ambiguità di fondo di alcune dichiarazioni, ritenuti rilevanti per chi ha fatto le indagini. ‘Chi mi ha aperto quella porta? Se io sono entrato nella villetta la sera del primo novembre, è perché mi ha aperto Meredith e non perché mi sono arrampicato su un muro’.

    Rudy Guede parla di Meredith Kercher

    Ore 21:55 – ‘Com’era Meredith? Quando l’ho vista, le ho detto: ‘io scommetto che tu sei di dicembre’. Quasi tutte le ragazze con cui sono stato sono di dicembre. Era una ragazza alla mano, caratterialmente seria, sapeva il fatto suo.

    Una ragazza che trasmetteva carisma, forse è quello che mi ha affascinato di lei’.

    Ore 21:52 – ‘Come ho conosciuto Amanda Knox? In un locale a settembre. Lei mi si avvicina. Da lì ho modo di scambiare due parole con lei. Non sapevo che Knox abitasse nella stessa villetta dei ragazzi marchigiani. Un’altra sera andiamo a casa loro e trascorriamo una serata con la Knox e successivamente arriverà anche Meredith, al piano di sotto’. ‘Sembra che su Amanda avesse buttato l’occhio’. Dice Franca Leosini.

    Rudy Guede

    Ore 21:50 – L’intervista prosegue. Franca Leosini ricostruisce i primi incontri tra Guede e Meredith. Una testimone, però, ha smentito la sua versione relativa alla prima volta che i due si sarebbero visti. ‘Il bacio con Meredith? C’è stato. Come qualsiasi ragazzo, andare in discoteca e baciare una persona sconosciuta non è una cosa difficile’.

    Ore 21:40 – Guede parla della accuse di furto. ‘Si è strumentalizzato un episodio che mi è accaduto’. Il 27 ottobre 2007, 4 giorni prima dell’omicidio di Meredith, ‘vado a Milano e mi porto dietro un pc. Entro in un locale con amici che perdo di vista, non sapevo dove andare a dormire e mi fido di una persona sconosciuta, che mi porta in un asilo. Rimango lì e nasce il mio errore e l’equivoco. Il giorno dopo la proprietaria dell’asilo chiama la polizia’. Un avvocato di un centro studi di criminologia sostiene che Guede non possa essere un esperto di furti. Pubblicità.

    Avvocato

    Ore 21:33 – ‘Di testate alle regole ne ho date più di una. Sicuramente ho fatto sbagli all’età di 19-20 anni. Se facevo uso di droga? Assolutamente no’, al di là di qualche ‘spinello d’ordinanza’, chiarisce la conduttrice. E sulle ‘sbronze’ rimproverategli, l’intervistato chiarisce: ‘non andavo in giro ubriaco tutti i sabato’.

    Franca Leosini in prima serata

    Ore 21:30 – ‘Non è stato facile per me, però vivere in una famiglia 24 ore su 24 è un’altra cosa’. Spiega invece Guede, che a 18 anni lascia la famiglia Caporali. E Franca Leosini gli chiede: ‘Com’era messo lei con le ragazze? Acchiappava’. Lui, imbarazzato, risponde: ‘Si può usare questo termine? Ho avuto le mie fidanzate’.

    Rudy Guede intervistato da Franca Leosini

    Ore 21:25 – Guede racconta dei suoi amici d’infanzia, tra compagni di basket e il figlio della maestra Ivana. Franca Leosini ricorda che è stato dato in affido (e non adottato) perché il padre si assentava spesso. La famiglia è benestante, di Perugia. ‘Si ritrova a vivere in una sorta di favola, proiettato in un mondo luccicante di benessere’, sintetizza la conduttrice.

    Storie Maledette nel carcere di Viterbo

    Ore 21:22 – Franca Leosini parla di Ivana Tiberi. La maestra di Guede ha raccontato di accompagnarlo a casa, perché riuscì a scoprire che il padre trascurava il bambino, ‘in un abbandono senza parole’, dice la conduttrice. Un sottopancia comunica che l’intervista è stata registrata nel carcere di Viterbo.

    Rudy Guede racconta l'infanzia a Storie Maledette

    Ore 21:18 – Prima di ricostruire i fatti relativi all’omicidio, Franca Leosini chiede a Rudy Guede di ricordare gli eventi salienti della sua infanzia, come quando lasciò la madre per raggiungere l’Italia, dove il padre muratore viveva. La conduttrice: ‘Viene deportato, strappato dalle braccia della madre’. All’età di 5 anni ‘ero già un piccolo uomo’, dice l’intervistato.

    Rudy Guede a Storie Maledette

    Ore 21:15 – ‘Paga per una colpa che disperatamente rifiuta’. Con queste parole, Franca Leosini comincia il suo ‘viaggio’ insieme a Rudy Guede.

    Meredith Kercher

    Ore 21:10 – La voce di Franca Leosini apre la puntata con il racconto della figura di Meredith Kercher.

    2016 01 21_21h08_46

    Ore 21:08 – Ci siamo! Ecco la sigla. Rinnovata anche la grafica!

    Storie Maledette

    Vi ricordiamo che oltre alla diretta-live di Televisionando, ci sono anche altri modi per seguire ‘Storie Maledette’: sarà possibile vedere la prima puntata con Rudy Guede, dal titolo Nero trovato, colpevole trovato, anche collegandosi al sito www.rai.tv durante la messa in onda del programma – online sarà attivo il servizio di streaming – oppure, non appena sarà disponibile, nella sezione video del portale www.storiemaledette.rai.it.

    2159

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI