Steven Tyler stona e sbaglia l’inno americano, critiche in rete per il giurato di American Idol

Steven Tyler stona e sbaglia l’inno americano, critiche in rete per il giurato di American Idol

Critiche e ironia in America per l'esibizione di Steven Tyler, leader degli Aerosmith che ha letteralmente massacrato l’intonazione di The Star-Spangled Banner, l'inno americano

    Sarà stata l’emozione o forse il fatto che Steven Tyler è più famoso per la sua voce roca che per la sua intonazione, sta di fatto che l’esecuzione di The Star-Spangled Banner fatta dal leader degli Aerosmith prima dell’incontro di football tra i Baltimora Ravens e i New England Patriots – per la cronaca vinto dai secondi che disputeranno così il Super Bowl – è stata un fallimento totale. Certo, da uno che su Twitter si definisce The Demon of Screamin c’è poco da eccepire, ma chissà cosa penserebbe Tyler, giurato di American Idol 2011, se un domani si trovasse a giudicare un’esibizione del genere…

    Nonostante gli americani lo conoscano a memoria e lo cantino ad ogni pié sospinto (altro che in Italia, dove in molti, inclusi i calciatori, manco sanno da chi sia stato scritto il nostro inno, figurarsi le parole), The Star-Spangled Banner è uno dei brani più ‘difficili’, che richiede un’estensione vocale, sia in alto che in basso, che in pochi hanno, perché dopo una partenza ‘piana’, improvvisamente si alza (in parti peraltro difficili).

    Tra le ultime vittime dell’inno c’è appunto Steven Tyler, leader degli Aerosmith che ha letteralmente massacrato l’intonazione del pezzo, sbagliando anche le parole, cantando ‘as bomb bursting in air’ invece di ‘the bombs bursting in air’ e ‘oh the land of the free‘ invece di ‘o’er the land of the free‘. A parte le facce ‘perplesse’ dei presenti, in rete non mancano le critiche, anche se c’è chi lo difende spiegando che ‘Ha cantato come ci si aspetta che Tyler canti‘: ‘Steven Tyler non dovrebbe far parte di Hollywood‘, è la recensione più gentile, seguita da ‘ha macellato l’inno nazionale‘, per finire con un cronista di Fox News ha twittato ‘Sono uscito di casa pensando che avessero investito un procione – poi ho capito che il mio vicino stava guardando Tyler che cantava Star-Spangled Banner‘.

    Non è la prima volta che cantanti più o meno celebri infilano la maledizione dell’inno, anche se solitamente i ‘disastri’ avvengono durante il Superbowl, come accaduto l’anno scorso a Christina Aguilera, che in un non raro caso di toppa peggiore del buco non solo si è dimenticata le parole dell’inno – ha saltato la strofa ‘O’er the ramparts we watched, were so gallantly streaming‘ – ma, cercando di rimediare all’errore, ha ripetuto la strofa precedente (‘What so proudly we watched at the twilight’s last reaming’), con ‘watched’ al posto di ‘hailed’ e ‘reaming’ invece di ‘gleaming’. Fossimo in Madonna, superstar dell’appuntamento di febbraio, incroceremmo le dita…!

    466