“Star wars”, un serial per la tv ma senza Luke Skywalker

“Star wars”, un serial per la tv ma senza Luke Skywalker

Nella serie non ci saranno i protagonisti della saga cinematografica ma personaggi minori

    star wars

    George Lucas sta pensando di trasformare la sestilogia di Star Wars in una serie televisiva: il regista “ha appena cominciato il lavoro”, reclutando un team di sceneggiatori che si riuniranno a partire dal prossimo mese nel suo Skywalker Ranch.

    Sebbene ancora non ci sia nulla di preciso, il solo annuncio di Lucas ha eccitato tutti i fan, che dopo aver trasformato la saga cinematografica in un successo sono pronti a divorare anche la serie tv: i sei film di “Guerre stellari” hanno incassato oltre 3,4 miliardi di dollari solo box office, ma per stessa ammissione di Lucas il nuovo progetto vuole indirizzarsi ad un pubblico (quello televisivo) più giovane. Altra incognita, resta tutto da vedere se i fan gradiranno il fatto che Lucas ha già stabilito che non ci saranno né “Luke Skywalker né Darth Vader: i protagonisti della serie saranno personaggi che nei film hanno avuto ruoli minori. Il progetto avrà dei collegamenti con la saga, ma allo stesso tempo sarà totalmente differenti: sarà divertente lavorarci su”. Secondo la scheda dell’Internet Movie Database, l’unico attore per ora messo sotto contratto è Anthony Daniels, che ha interpretato il ruolo di C-3P0 sul grande schermo: questo ha dato il via ad una ridda di supposizioni, tra qui quella che la serie si ispirerà alla vita dei robot, ma ci sono anche teorie sul fatto che la serie potrebbe prendere il via dal quarto episodio della saga (“Star Wars Episodio I – La minaccia fantasma”) ed “ospitare” personaggi minori come Bib Fortuna, il braccio destro di Jabba the Hutt, e Oola, la danzatrice dalla pelle verde intrappolata al trono di Jabba.

    Che il successo non sia poi così scontato lo dimostra il fatto che, nonostante il successo dei film, la serie – di cui verranno prodotti per ora 13 episodi – sarà totalmente finanziata da lui stesso, visto che nessuna televisione lo ha aiutato nell’impresa: “I produttori televisivi passano un brutto periodo”, ha detto Lucas, la cui casa di produzione, la LucasFilm, sta attualmente lavorando ad un sequel della serie animata del 2003 “Star Wars – Clone Wars”. Il nuovo prodotto, di mezz’ora, verrà realizzato in computer grafica. Il cartoon sarà molto più legato al film e avrà tutti i personaggi principali.

    418

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE