Star Wars, la serie tv in live action non arriverà prima di 3/4 anni

La serie tv di Star Wars in live action non arriverà prima di 3 o quattro anni: ad oggi la tecnologia necessaria per girarla è troppo costosa, e renderebbe il progetto impossibile per i network via cavo

da , il

    star wars logo 570x344

    Era il 2005 quando George Lucas parlò di una serie tv tratta da Star Wars, che però, se andrà bene, non vedremo prima di tre o quattro anni: il produttore Rick McCallum ha infatti smentito quanto emerso pochi giorni fa, ossia che esista un girato del primo episodio dello show, che sarà girato tutto in live action. Secondo il producer, esistono in realtà una cinquantina di copioni attualmente giunti alla terza revisione, ma non potranno essere girati prima di tre o quattro anni perché c’è un sacco di animazione digitale, che con la tecnologia di oggi è troppo costosa e manderebbe al massacro l’intero progetto.

    Brutte notizie per i fan della potenziale serie di Star Wars annunciata nel 2005 (e anni successivi) che George Lucas disse essere ambientata nel periodo di tempo tra l’episodio III (”La vendetta dei Sith”) e IV (“Una nuova speranza”). Lo show, nelle intenzioni di Lucas (che all’epoca disse anche di non voler fare ulteriori film), dovrebbe mostrare la nascita dell’Alleanza Ribelle attraverso gli occhi di personaggi minori dell’universo di Star Wars, in totale una cinquantina di episodi per quello che, qualche anno fa, Lucas definì “I Soprano che incontra Deadwood“.

    Oggi Rick McCallum conferma che nello show non vedremo il giovane Luke, “la serie – ha spiegato il producer – ricorda molto Il Padrino, vediamo che lentamente L’Impero accresce il suo potere nella Galassia, cosa accade a Coruscant, dove un gruppo di boss dei livelli inferiori che vivono li controllano la droga e la prostituzione”.

    Ma se Lucas nei giorni scorsi aveva detto che, a fronte di una cinquantina di copioni già pronti, c’erano anche cinque ore di girato che stavano prendendo polvere su uno scaffale, McCallum smentisce il creatore della saga, spiegando che niente ancora è stato girato, né a breve lo sarà: il mese scorso le riprese erano state stoppate per la mancanza di una tecnologia adatta a girare uno show così ambizioso, e questa dovrebbe mancare ancora per due o tre anni.

    Abbiamo le sceneggiature ma c’è un sacco di animazione digitale e non esiste ancora la tecnologia che ci permetta di girarle ad un prezzo accessibile per i network televisivi“, ha detto McCallum, aggiungendo che finanziare un lavoro così costoso sarebbe ora come ora un suicidio, “per questo dovremo aspettare tre/quattro anni“. E quest’attesa potrebbe essere un problema, visto il cambiamento “dei network televisivi e della tv via cavo: è tutto pieno di reality, non siamo sicuri che tra cinque anni potremo mandare in onda una serie drammatica con episodi da un’ora”.