Star Academy Italia: le foto di tutti i concorrenti

Star Academy Italia: le foto di tutti i concorrenti

Foto e video di tutti i concorrenti di Star Academy, il nuovo talent show di Raidue condotto da Francesco Facchinetti

    In attesa della seconda puntata di Star Academy diamo un’occhiata ai 16 concorrenti ufficiali del nuovo talent show di RaiDue, condotto da Francesco Facchinetti, chiamato quesa sera a una decisa correzione di rotta per conquistare il pubblico dei talent, rimasto un po’ freddino di fronte alla formula della gara, incentrata sulle esibizioni in coppia e in gruppo dei concorrenti. Non ci sono squadre, non ci sono capitani, ma solo tutor e per di più di chiara fama, come Ron, Syria, Mietta e Gianluca Grignani. Ma concentriamoci sui concorrenti: tra loro, peraltro, uno stasera dovrà dire addio al suo sogno.

    Seconda puntata di Star Academy questa sera e prima eliminazione per uno degli ultimi tre classificati nella scorsa puntata, ovvero Mattia Corti, Francesca Romana D’Andrea e Alessandra Normanno, meno graditi al pubblico e alla giuria composta da Lorella Cuccarini, Roy Paci, Nicola Savino e Ornella Vanoni.
    Intanto ripercorriamo tutte le schede dei concorrenti, in attesa di sapere chi di loro dovrà lasciare Star Academy.

    MARIO AMATO



    Mario Amato ha 27 anni e vive da tempo a Milano, anche se è originario di San Giorgio a Cremano. Ha lasciato la sua terra per diventare un cantante, anche se una delle sue principali passioni resta il calcio. Voleva fare il portiere (“un ruolo di responsabilità, che non ti consente di sbagliare dopo il lavoro fatto dai compagni“), ma poi ha prevalso la musica, ma resta gran tifoso del Napoli e di Cavani. Per lui la chitarra è come una migliore amica: non se ne separa praticamente mai ed è lo strumento principe per le sue composizioni. Col suo sguardo magnetico non ha certo problemi con le donne e sfodera, almeno nella sua scheda un savoir faire da cavaliere: “Come diceva Gianni Agnelli… ‘di donne parlo solo con le donne’“. Si dice ‘Amato’ di nome e di fatto, sia dalle donne che dal fratello… Per lui la musica, comunque, è la partita più importante. E nel suo recente passato c’è la partecipazione a Sanremo Giovani 2011, da cui è tratto il video.

    THOMAS MOSCHEN



    Thomas Moschen ha 22 anni e viene dalla provincia di Como. Per lui la vita coincide con la musica, suona batteria, chitarra e pianoforte, strumenti indispensabili per dare sfogo alla sua vena compositiva. Con la batteria fa capire di avere un rapporto più ‘carnale’, visto che ama non suolo suonarla, ma anche montarla e smontarla alla fine di ogni esibizione. Non nasconde, infatti, di suonare in diverse band e di girare da tempo i locali dell’hinterland milanese. Tra i riconoscimenti collezionati il Premio Midia Spettacolo a Saint Vincent 2009, da cui è tratto il video. Insegue caparbiamente il sogno di vivere di musica. Del resto per lui la musica è piena liberazione.

    GAETANO CIVELLO



    Gaetano Civello è nato a Palermo, ma ora vive a Firenze per motivi di studio. Ha 22 anni e si definisce paziente e testardo, con una certa quota di irascibilità, anche se scherza sul suo scarso senso dell’umorismo. Vive in simbiosi con la sua chitarra: la ama, la porta sempre con sé, è la sua ‘base’ per comporre canzoni. Il suo sogno più grande, infatti, è quello di affarmarsi come cantautore. Come molti altri ha già trascorsi nella musica: ha infatti aperto i concerti di Ivano Fossati nel tour 2009. E considerato che vuol fare il cantautore, la scuola di Fossati è impareggiabile.
    Per lui la musica è il suo modo di comunicare. In alto un suo video tratto da Youtube.

    IRENE GHIOTTO



    Irene Ghiotto ha 26 anni e viene da Montecchio Maggiore, nei pressi di Vicenza. E’ lei il talento scelto tra i tanti che si sono candidati via web sul sito Nuovi Talenti della Rai. E’ laureata in lettere, ma per vivere insegna canto. Ama l’arte in tutte le sue forme: alla musica, infatti, alterna la passione per la pittura e il disegno. Ma la musica è la sua ragione di vita. Canta da quando ha 15 anni e non disdegna affatto comporle. Si definisce una rompiscatole e indica proprio questo come il suo peggior difetto. Ama gli animali, e in particolare i suoi quattro gatti. E’ vegetariana e ha uno spiccato senso dell’umorismo: basti dire che il suo uomo ideale, oltre al suo fidanzato, è Woody Allen. Per lei la musica è uno strumento. Di certo ci mette una grande passione quando canta. Anche per lei una video-esibizione tratta da YouTube.

    FABIO MIGLIORATI



    Fabio Migliorati ha 21 anni e viene da Cremona: si definisce testardo, sincero, impulsivo e lunatico. Per sua stessa ammissione ama analizzare il funzionamento degli oggetti: li smonta e li rimonta per capirne i segreti, è uno dei suoi passatempi preferiti. Non a caso è appassionato di informatica musicale e il suo desiderio più grande è quello di ricevere in regalo un pianoforte digitale, strumento che ritiene ideale per poter coronare il suo sogno nel cassetto, diventare un cantautore. Il suo idolo è Freddie Mercury e quando gli si chiede cosa sia per lui la musica non ha dubbi: per lui la musica è una continua scoperta, una continua ricerca. Fabio ha partecipato anche al Festival di Castrocaro 2011, trasmesso da RaiUno lo scorso luglio: in alto la sua scheda di presentazione e l’esibizione sull’inedito Magica.

    JULIA LENTI



    Riccia, tatuata, voce potente e versatile, Julia Lenti è una delle concorrenti di Star Academy con maggiore esperienza:
    ha 28 anni, è nata a Brindisi, ma vive a Roma da 10 anni. ha al suo attivo già un paio di Cd con lo psudonimo di Julia Kee: in alto vediamo il video ufficiale di Reggae Powa, con Saime, tratto dall’album Just Me, uscito nel maggio 2011. La sua formazione, però, è a dir poco classica: ha studiato per 10 anni violino e per 15 danza classica, ma la musica ha avuto il sopravvento. La sua vita è cambiata quando ha incontrato il pop e, messa da parte la musica classica, si è gettata a capofitto in una nuova vita musicale, aprendo anche i concerti di Raiz e Almamegretta. Ci tiene, però, a sottolineare che nel suo sangue scorre la Taranta.
    Nella sua vita Julia ha viaggiato molto e porta addosso un po’ delle sue tante e diverse esperienze: i suoi viaggi e i suoi tatuaggi, infatti, raccontano pezzi di lei. In fin dei conti è abituata alla confusione, al vagabondare: per darne un’idea racconta che la mamma, per farla addormentare, la portava al luna park. Crescendo dice di essere diventata una dura: non ha paura di nulla, eccetto degli scarafaggi. Per lei la musica non può essere altro che cambiare di continuo.

    MANUELA MANCA



    Manuela Manca ha 21 anni e viene dalla Sardegna: si defiisce una ragazza romantica e passionale, che ama la fotografia perché le permette di conservare i bei momenti, che ama i film di una volta e che sembra perfetta per commuoversi davanti ai grandi film Usa anni Cinquanta. Pignola e fissata per la pulizia, sembra descriversi quasi come una signorina Rottermeier, ma in realtà nasconde una vera anima ‘ribelle’ e senza pregiudizi. Confessa di scatenarsi come una forsennata sulle piste delle discoteche e fa risalire la sua passione per la musica all’infanzia, quando impazziva per le feste di paese. Del resto amava vedere il nonno salire sul palco per intonare canti galluresi. Quando canta prova un profondo senso di benessere e libertà che vorrebbe trasmettere a chi l’ascolta. Sogna di realizzarsi nella musica e di avere un giorno la possibilità di aiutare le persone meno fortunate.

    Per lei la musica è comunicazione libera. La vediamo in un’esibizione del 2008.

    MARTINA MORELLI



    Manuela Manca è un concentrato di energia e sensualità, che forse deve al Vesuvio: Martina, infatti, viene da Napoli e sembra più grande dei suoi 18 anni, forse perché è abituata a stare tra i ‘grandi’. E’ infatti la più piccola di quattro fratelli, che di certo l’hanno coccolata, visto che denuncia come suo difetto più grande la pigrizia. Dice di essere sempre stata timida, ma di essere riuscita a conquistare sicurezza proprio grazie alla musica.
    Intanto frequenta l’ultimo anno dell’Istituto Alberghiero e sa bene che per fare il lavoro verso cui l’indirizza la scuola e per cantare le regole sono le stesse, ovvero metodo e precisione. Con metodo e precisione intende inseguire il suo sogno: del resto il suo motto è ‘non smettere di sognare’. Per lei la musica è una cura. La vediamo in alto in una sorta di minitalent tv, Artisti, promosso dalla sua scuola di canto.

    FEDERICA MUSSINELLI



    Federica Mussinelli ha 14 anni e viene da Bergamo: dice di cantare praticamente da sempre. Si definisce introversa, ma grintosa. Da cinque anni suona la tromba nella banda del paese e fa effetto sentire che aveva solo nove anni quando ha seguito la prima edizione di X Factor. E’ appassionata della saga di Twilight: ovviamente il suo mito è Robert Pattinson, di cui si dice innamorata, come milioni di altre fans nel mondo. Quando canta vuole ‘spaccare tutto’: del resto per una che ha tra i suoi miti anche Rocky Balboa è normale che per lei la musica sia vincere. In alto la sua video-presentazione condivisa con l’altra giovanissima, Alessandra Normanno, e la sua esibizione su Tra Palco e Realtà.

    ALESSANDRA NORMANNO



    Alessandra Normanno ha 16 anni e viene da Sassuolo: ha una formazione di canto classico, ma la vera, profonda, carnale passione per la musica è nata quando sulla sua strada ha incrociato i Tokio Hotel. Ne ha mutuato anche un po’ il look: veste sempre di nero, con tante borchie, senza per questo perdere la sua femminilità. E’ appassionata dell’universo fantasy, scrive poesie e ha un suo nome d’arte, molto romantico, I Love Kisses. Si definisce una ragazza che non si accontenta e che non l’ha mai fatto, neanche da bambina: ha sempre il sorriso sulle labbra e dice di avere la risata facile perché “è bello sentirsi felice e scherzare“. “La musica, la famiglia e l’amore sono i miei valori” dice ancora Alessandra, che non nasconde di avere molti sogni nel cassetto, tra cui, ovviamente, quello di diventare una cantante. Per lei la musica è una lettera romantica. La rivediamo nell’esibizione a Sabato Academy.

    FRANCESCA ROMANA D’ANDREA



    Francesca Romana D’Andrea è una romana Doc di 18 anni, soprannominata dagli amici Miss Colosseo. Si definisce logorroica, è impulsiva ed emotiva, ma dietro alla sua ‘cortina’ tutta pepe nasconde un animo più che sensibile. Ama i fiori e gli animali, salvo poi indicare come modello la determinata ed energica Angelina Jolie. Da vera appassionata canta da sempre e di tutto, con un’unica eccezione, il metal. Per lei la musica è una strada per le stelle. La vediamo nella sua esibizione a Sabato Academy.

    MATTEO CORTI



    Mattia Corti ha 21 anni e viene da Lecco. Si definisce un ragazzo pieno di energia, una persona estroversa ed emotiva. La musica è la sua vera passione e vuole che faccia parte della sua vita, sempre e comunque. Qualora non dovesse riuscire a coronare il sogno di calcare i palchi in giro per il mondo con le sue canzoni, è comunque pronto a mettersi a servizio degli altri e insegnare canto ai ragazzi, per accompagnare loro verso il successo e verso un sogno che resterebbe in comune. Diciamo che è anche abbastanza vanitoso: non si separerebbe mai dalle sue collane e dei suoi braccialetti, che dice addiririttura di adorare. Per lui la musica è emozione. In alto la sua esibizione a Sabato Academy.

    CHANTAL SAROLDI



    Chantal Saroldi è nata in Tanzania 19 anni fa, ma nella sua seppur giovane vita ha davvero girato il mondo. Il padre, infatti, ha dovuto spostarsi molto per lavoro e quindi, abbandonata la sua terra natale, ha poi vissuto a Taiwan, quindi si è trasferita in Italia, per la precisione a Savona. La sua passione per la musica può dirsi ‘recente’: deve tutto al padre che le regalò un disco di Amy Winehouse. Ascoltandola ha capito che la sua strada era fatta di note.
    L’approccio con il palco, però, non è stato facile: all’inizio l’odiava, poi, grazie all’amore per il canto, è riuscita a superare le sue paure. Per lei la musica è riflessione. La vediamo durante la prima puntata di Star Academy nel tributo a Amy Winehouse, perfetto per lei.

    ALESSIO TESTA



    La vita di Alessio Testa è fatta di musica: ha 28 anni e viene da Torino, anche se la sua ‘anima’ si sente in sintonia con il mondo e la cultura giapponese. Una passione che lo ha guidato anche negli studi, visto che studia Lingue Orientali all’Università. Incline alla battuta anche nel descriversi nella sua scheda, Alessio dichiara di aver sviluppato fin da piccolo la voglia di volare: “Da piccolo sono caduto molte volte dal seggiolone e questa predisposizione al volo non mi ha mai lasciato” dice scherzando Alessio. Il sogno di volare lo ha trasferito in qualche modo nella musica: sogna ora di volare alto, di diventare la stella di Star Academy e di trovare nel talent di RaiDue un’occasione in più per continuare a volare. Per lui la musica è una ciliegia. La sua carriera, però, è quella di vocalist e ha un curriculum piuttosto nutrito, pubblicato online: a soli 18 anni pubblica il suo primo disco con la band Sintica, dal 2005 è vocalist nelle discoteche e nel 2007 entra a far parte come cantante, produttore e autore della casa discografica hitmaker Blisscorporation (che cura, tra gli altri, Eiffel65, Roberto Molinaro, Gigi Demartino, Djs from Mars, Dari). Il primo successo arriva nel 2008, quando Alessio canta per i Djs From Mars la canzone “Don’t Give Up”, remake del successo di Bryan Adams e Chicane. Ha lavorato con molti protagonisti della scena disco internazionale e porta avanti con Shock Dj (attuale dj della nuova formazione degli Eiffel65 ) il progetto dB Pure con il quale ha ottenuto già molti riconoscimenti internazionali grazie ai remix di Brooklin Bounce, Rico Bernasconi&Vynilshakerz, Vaya con Dios e molti altri. Insomma, una sua strada ce l’ha già.

    SIMONA GALEANDRO



    Simona Galeandro ha 24 anni e viene dalla Puglia. Indica come segno particolare la folta capigliatura rossa e di sè dice che ha voglia di “cantare, sorridere, commuovermi, di farmi conoscere e di mettermi a disposizione del pubblico”. Nel suo futuro si vede a proprio agio su un palco a cantare davanti a tanta gente l’unica cosa in grado di paralizzarla sono gli scarafaggi. Non si dipinge come un tipo molto ‘mondano’: “La mia serata ideale? Beh niente di più facile: con gli amici a guardare un film di Aldo Giovanni e Giacomo”. Per me la musica è non mollare mai. La vediamo in alto sul palco del Festival di Castrocaro 2008.

    VIVIANA CALDERONE



    Viviana Calderone viene da Taormina e ha 19 anni: dichiara subito di avere un modo tutto suo di cantare e anche di vestire, prerogativa alla quale non vuole rinunciare e che nasce dal profondo desiderio di essere sempre al centro dell’attenzione. Dice, però, che in fondo dentro di lei ci sono due diverse persone: da una parte c’è la Viviana diciannovenne, ancora un po’ bimba e che vive in un mondo tutto suo; dall’altra la Viviana grintosa, che sfodera tutta la sua voglia di ‘spaccare il mondo’ quando sale sul palco. Insomma, una buona sintesi di Dr. Jekyll e Mr. Hyde: la cosa particolare è che afferma di essere il suo idolo, in tutte le sue diverse sfaccettature. “Per venire fino a qui da Taormina ho tolto i miei sogni dal cassetto, li ho messi in valigia e sono partita senza pensarci due volte” racconta Viviana. Per me la musica è perdere il controllo. Ha al suo attivo una partecipazione a Mattina in Famiglia nel settembre del 2010 e inoltre ha vinto la sezione inediti del Premio La Spada D’Oro 2011, organizzato a Catania in collaborazione con l’accademia del musical BMA, col brano Folle Idea, che vediamo nel video in alto.

    3073