Standing Ovation per il cantante Asaf Avidan a Sanremo 2013

Standing Ovation per il cantante Asaf Avidan a Sanremo 2013

Asaf Avidan conquista la prima standing ovation al Festival di Sanremo 2013 cantando il brano 'Reckoning Song (One Day)

da in Festival di Sanremo 2013
Ultimo aggiornamento:

    Asaf Avidan: per lui una standing ovation al Festival di Sanremo 2013. Ebbene sì, proprio quella platea difficile che non si è smossa per Giuseppe Verdi e che ha criticato Maurizio Crozza, per il cantante israeliano di trentatre anni non solo ha applaudito con fervore, ma si sono tutti alzati in piedi in una vera e propria standing ovation. Che ha richiesto anche un bis, prontamente concesso dal cantante con soddisfazione di tutti, pubblico e anche Fabio Fazio che dire che gongolava è riduttivo.

    Asaf Avidan era l’ospite più atteso di Sanremo 2013, a conferma dell’intenzione di Fabio Fazio di non concentrarsi solamente sui nomi blasonati, ma più che altro sulla musica. E che musica ci ha offerto ieri sera! Ad essere sinceri molti italiani magari non lo conoscevano, a meno di non essere andati al suo concerto a Roma, ma sono sicura che da ieri sia entrato ormai nel cuore di molti.

    Si sa, la platea dell’Ariston è assai difficile da accontentare, anche perché non sempre chi siede su quelle poltroncine è primariamente interessato alla musica che scaturisce dal palco. Eppure ieri sera Asaf Avidan è riuscito a mettere tutti d’accordo. Certo, non sarà stato Domenico Modugno o Claudio Villa, magari è diverso da quella musicalità italiana a cui siamo abituati, però forse proprio per questo Asaf è riuscito a strappare la prima standing ovation al pubblico di Sanremo 2013.

    Ieri sera Asaf Avidan è stato introdotto sul palco dalla connazionale e bellissima Bar Refaeli. Un emozionato Fabio Fazio lo presenta e lo fa subito cantare. Asaf Avidan ci propone una particolare versione pianoforte e voce della sua hit più famosa, ‘Reckoning Song (One Day).

    Quando inizia a cantare il tempo all’Ariston si è fermato: nessuno riusciva a credere alle proprie orecchie.

    Va bene presentare un cantante elogiandolo per il timbro di voce simile a Janis Joplin e per la musicalità alla Johnny Cash, ma sentirlo dal vivo è tutta un’altra cosa. Mentre cantava un’atmosfera magica è scesa sul pubblico in sala e a casa: il suo falsetto graffiato, la sua intensa interpretazione colpiscono tutti.

    Vestito total look Dondup, trasforma una semplice canzone in un momento indimenticabile della storia sanremese. Il brano dura solamente tre minuti, ma tanto basta al pubblico dell’Ariston per capire chi si ha di fronte: la sala balza in piedi, applausi a piene mani, Fabio Fazio ci manca solo che saltelli dalla gioia. Il presentatore deve per forza chiedergli il bis, Asaf sulle prime tentenna, ma poi accetta, per la felicità di tutti.

    Ma chi è Asaf Avidan? Il cantante che ha incantato Sanremo 2013 nasce a Gerusalemme ed è figlio di due diplomatici. Grazie alla sua passione musicale ha fondato il gruppo Asaf Avidan & the Mojos, con ben quattro album all’attivo. La canzone che li fa salire alla ribalta è proprio ‘One Day/Reckoning Song’: si tratta della riproposizione di un vecchio brano di uno dei precedenti album , remixato però da Wankelmut (Jacob Dilßner), famoso dj tedesco.

    Pensate che con la sua vecchia band, Asaf Avidan aveva fatto da supporter a personaggi del calibro di Bob Dylan e Lou Reed e ha inciso tre album. Successivamente decide di intraprendere la carriera da solista e qui produce due dischi, uno dei quali viene fatto conoscere anche in Europa grazie alla Universal. Se vi interessa, sappiate che il 23 aprile Asaf Avidan suonerà all’Alcatraz a Milano e poi il 16 luglio tornerà all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

    Per chi se lo fosse perso ieri sera e per chi volesse rivederlo, ecco il video dell’esibizione di Asaf Avidan a Sanremo 2013:

    677

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2013