Squadra Antimafia, dalla fiction alla cronaca: sul set veri mafiosi, pizzo e cocaina

Squadra Antimafia, dalla fiction alla cronaca: sul set veri mafiosi, pizzo e cocaina

Un'inchiesta della procura di Palermo dimostra gli intrecci fra Squadra Antimafia Palermo Oggi e le cosche: sul set veri mafiosi, cocaina e pizzo

    squadra antimafia palermo oggi nuovo cast

    Il confine fra realtà e finzione certe volte è quasi impercettibile: alcune indagini della procura di Palermo hanno dimostrato che un vero mafioso, Calogero Pietro Lo Presti, collaborava con la fiction della rete Mediaset Squadra Antimafia – Palermo Oggi. Grazie ad alcune intercettazioni gli investigatori hanno scoperto il legame fra la cosca e la fiction campione di ascolti di Mediaset. Come ci ha insegnato la capostipite delle fiction di mafia la piovra ha mille tentacoli. La casa di produzione ha pubblicato alcune righe per difendersi dalle accuse allegando una lettera apparsa sul Corriere della Sera dello scorso giugno per dichiararsi ancora una volta la propria estraneità ai fatti, dichiarando che Marcello Testa

    L’intreccio fra Squadra Antimafia Palermo Oggi e le cosche era legato al legame instaurato dal nipote del boss Gaetano: il rapporto tra Cosa Nostra e la serie tv si traduceva in piccole comparsate di parenti e affiliati, servizi di catering e non solo spaccio di cocaina e pizzo.

    In manette 28 persone a Palermo nell’ambito dell’inchiesta che ha svelato i rapporti fra fiction e realtà, secondo quanto riferito dal boss Calogero “Pietro” Lo Presti le relazioni fra le due “Palermo” erano le meno illecite possibili: cameo, assunzioni, catering, lavoretti ottenuti per lo più dal nipote Gaetano che collaborava con la Taodue. In Squadra Antimafia Palermo Oggi c’erano anche parecchie extra che giustificano il pizzo, come si è scoperto dal contenuto di alcune intercettazioni. La cooperazione portava anche qualche servizio in più tra cui la cocaina con cui riforniva la troupe: “Fotocopia” era la parola chiave con cui far partire l’ordine.

    L’inchiesta di Palermo dimostra ancora il rapporto che esiste fra criminalità organizzata e mondo dello spettacolo, come i cantanti neomelodici affiliati ai clan della camorra o gli sms inviati dai boss durante l’ultima edizione di Quelli che il Calcio condotta da Simona Ventura. I programmi tv dedicati alla mafia sono sempre stati poi nell’occhio del ciclone, prima negli Stati Uniti per l’immagine negativa fornita dai Soprano & co.

    e poi come ha anche detto il boss Lo Presti cosa c’è di meglio di una fiction ambientata e girata a Palermo e che presto sbarcherà negli Stati Uniti per ‘sentirsi pensati’.

    Sulla pagina Facebook della fiction di Canale 5 ecco la risposta della rete e della casa di produzione Taodue: ‘Taodue, a seguito degli articoli relativi a delle pretese estorsioni subite sul set della fiction di Squadra Antimafia nel 2010, apparsi oggi su numerose agenzie di stampa e testate giornalistiche, desidera innanzitutto ricordare che tali asseriti episodi sono stati già contestati a suo tempo con una lettera inviata al Direttore del Corriere della Sera pubblicata sull’edizione dell’omonimo quotidiano il 21 giugno 2011 a pag. 45. A quella lettera Taodue non può fare altro che riportarsi integralmente ribadendo, anche in questa occasione, il proprio essere schierata contro tutte le mafie e tutti i fenomeni mafiosi. Il presente comunicato rappresenta l’occasione per affermare che, contrariamente a quanto pubblicato da quotidiani ed agenzie di stampa stamattina, Marcello Testa non è mai stato un dipendente della Taodue, ma un collaboratore ed in seguito un socio della Cooperativa Europalermo a.r.l., alla quale la scrivente società, dopo aver richiesto e ottenuto tutte le garanzie, certificazioni e visure camerali del caso, si è rivolta per la fornitura di alcuni e occasionali servizi durante le riprese della fiction in Sicilia‘. Vi lasciamo con due video dell’indimenticabile Piovra, per favore non diteci che anche il Commissario Cattani era colluso con i clan?

    653

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI