Spring/Fall per HBO? Novità per NCIS 8, The Mentalist 3 e Simpson

Spring/Fall per HBO? Novità per NCIS 8, The Mentalist 3 e Simpson

Tea Leoni protagonista e produttrice di Spring/Fall (HBO); Currie Graham tornerà nella terza stagione di The Mentalist; Bruce Boxleitner guest star di NCIS 8; Al Jean parla della sigla di Bansky per i Simpson

da in HBO, Personaggi Tv, Serie Tv, Serie TV Americane
Ultimo aggiornamento:

    tea leoni modaiola per hbo

    Dopo una serie di comedy tutte al maschile – Entourgage, Eastbound & Down, Curb Your Enthusiasm, Bored to Death, Hung, The Life and Times of Tim and How to Make it America – HBO tenta di bissare il successo di Sex and The City grazie a Spring/Fall, serie prodotta e con protagonista Tea Leoni che avrà molte somiglianze con la serie di Darren Star. Spring/Fall – sceneggiata da Kate Robin, nello staff creativo di Six Feet Under, tra i produttori ci sarà anche R.J. Cutler (il fashion documentario The September Issue) – sarà infatti ambientata nel dietro le quinte del mondo della moda di New York City, incentrata in particolare sulla disfunzionale partnership tra due donne (una delle quali sarà la Leoni) che hanno differenti stili di vita, approccio alla carriera, famiglie e amicizie.

    Bruce Boxleitner (Tron, e televisivamente parlando Chuck ed Heroes) apparirà in uno dei prossimi episodi di NCIS, secondo TV Guide l’attore sarà il vice ammiraglio C. Clifford Chase, alto ufficiale della marina, che recluterà il team di Gibbs quando un suo amico sarà assassinato in quella che sembrerà una cospirazione contro la sicurezza nazionale. L’episodio in questione dovrebbe essere l’ottavo, in onda in America il 9 novembre 2010.

    Currie Graham tornerà nella terza stagione di The Mentalist, a dare la notizia lo sceneggiatore Jordan Harper; l’attore era già apparso nella serie nel ruolo di Walter Mashburn, miliardario visto nell’episodio Redline. Secondo il creatore Bruno Heller il personaggio continuerà a flirtare con Teresa Lisbon (Robin Tunney), “sembrerebbe – ha spiegato ad Entertainment Weekly – che qualcuno vuole il sangue di Mashburn, che a sua volta vuole avere Lisbon: qualcuno vedrà esaudito il suo desiderio”.

    La sigla choc dei Simpson creata dal graffitaro Bansky per criticare lo spostamento di parte della produzione del cartoon in Sud Corea poteva anche essere “più triste” di quella andata in onda: se già bambini schiavizzati, costretti a intingere fotogrammi della serie nell’acido, scheletri di piccoli lavoratori morti nell’opificio, gatti tritati e usati come ripieno dei pupazzi, per non parlare dell’unicorno incatenato il cui corno viene usato per bucare i dvd, il produttore Al Jean rivela che l’intro è stata leggermente cambiata visto l’orario – e la rete, “in chiaro” – di messa in onda.

    Sono comunque impressionato – ha detto Jean – abbiamo fatto una cosa satirica, ed al 95% rispetta l’originale di Bansky”. Il producer ha smentito collegamenti reali a come viene prodotto il merchandising dei Simpson, e non ha specificato cosa sia stato esattamente cambiato nella sigla, “era solo un po’ più triste – ha spiegato – ad esempio non so se l’unicorno nella bozza originale ce l’avrebbe fatta”.

    538

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN HBOPersonaggi TvSerie TvSerie TV Americane