Spot, Nespresso e Lavazza in guerra per il Paradiso

Spot, Nespresso e Lavazza in guerra per il Paradiso

La Lavazza è sul piede di guerra: il suo competitor, Nespresso, ha spedito George Clooney in Paradiso per la sua ultima campagna commerciale

    La Lavazza è sul piede di guerra: il suo competitor, Nespresso, ha spedito George Clooney in Paradiso per la sua ultima campagna commerciale. Il problema è che da anni il Paradiso è la location degli spot seriali della Lavazza che hanno per testimonial la premiata ditta Paolo Bonolis-Luca Laurenti. Certo, il Paradiso non può essere un’esclusiva per nessuno, ma ciò non toglie che non si possa intravedere, quanto meno, un’invasione di campo. “Preferisco credere che si tratti di una sfortunata svista” ha commentato l’Ad di Lavazza, Gaetano Mele.

    Lavazza e Nespresso in lotta per il Paradiso. Fino ad ora le nuvolette custodite da San Pietro erano ad appannaggio della Lavazza, che ne ha fatto la location di tutte le sue campegne pubblicitarie fin dal lontano 1995, ma negli ultimi giorni sembrano esser un tantinello ‘sovrappopolate’. Al noto trio composto da Paolo Bonolis, Luca Laurenti e Riccardo Garrone (San Pietro) si sono aggiunte due star hollywoodiane di un ‘certo’ calibro come George Clooney, da anni testimonial della Nespresso, e la new entry John Malkovich, anche lui nei panni di San Pietro, pronto ad essere corrotto da Clooney pur di avere la sua macchinetta del caffé. E dire che George gli offre, inultimente, la sua Porsche e pure la sua casa sul Lago di Como (sulla cui bellezza conviene anche San Pietro).

    Lo spot è davvero bello: due attori così non deludono. Ma è certo difficile pensare che si tratti di una ‘coincidenza’, più semplice pensare a una campagna di stampo ‘comparativo’, in grado di alludere, in maniera neanche troppo sottile, all’azienda rivale.

    Immediata la reazione della Lavazza, che si è espressa per mezzo del suo Ad, Gaetano Mele. “Confido che l’azienda svizzera ritiri il suo spot - ha detto Mele – ponendo fine a questa imbarazzante situazione. Se così non dovesse avvenire ci tuteleremo nelle sedi più opportune, ma spero non si debba arrivare a questo“. Si potrebbe quindi assistrere a una disputa legale sulla ‘proprietà intellettuale’ del Paradiso: saremmo davvero curiosi di assistere alle udienze. Intanto chiudiamo con alcuni dei primi spot Lavazza, tratti da Matrix.

    440