Spike TV, in arrivo sei nuove comedy e una serie poliziesca

Spike TV, in arrivo sei nuove comedy e una serie poliziesca

Spike TV inverte la tendenza: se le reti vanno a caccia di pubblico giovane (quello dei diciotto-ventenni), la piccola TV via cavo ha deciso di dare il via libera a progetti che incontrino il gradimento del pubblico più “anziano”, quello nella fascia compresa 25-49

da in Pilot Serie TV, Serie Tv, Serie TV Americane, Spike TV
Ultimo aggiornamento:

    spike tv logo

    Spike TV inverte la tendenza: se le reti vanno a caccia di pubblico giovane (quello dei diciotto-ventenni), la piccola TV via cavo ha deciso di dare il via libera a progetti che incontrino il gradimento del pubblico più “anziano”, quello nella fascia compresa 25-49. Sette i progetti cui è stato dato il via libero per lo sviluppo, sei comedy ed un drama.

    Dopo aver conquistato il pubblico giovane con programmi tipo Deadliest Warrior, Blue Mountain State, The Ultimate Fighter, Spike TV prova a fideizzare telespettatori leggermente più vecchi con una programmazione che vada a caccia nella fascia 25-49, invecchiando il target di una rete che ha un’età media di 36 anni.

    Sette in particolare i progetti, partiamo da F.T.W., unico drama scritto da Craig Gore e Tim Walsh incentrato su un ufficiale di polizia di Atlanta che viene reclutato dal dipartimento di sicurezza nazionale per fare ritorno al suo paese d’origine dove dovrà infiltrarsi in una cellula terroristica al cui interno ci sono elementi collegati al protagonista.

    At Ease racconta la storia di due sergenti dell’esercito che con metodi ortodossi cercano di far diventare le loro reclute adatte a combattere sul campo, dovendo al contempo combattere con il loro capitano; lo show è sceneggiato da Gabe Snyder e Mike Alber (anche dietro al pilot “Death Valley” per MTV) ed è probabilmente un miglioramento di Fort Bush, comedy che nei mesi scorsi era stata proposta sempre a Spike e che aveva un concept simile.

    Thunderballs” è una comedy sportiva incentrata su tre amici da una vita che compongono un team di bowling da cui il nome della serie che – scritta da Jim e Steve Armogida – racconterà le vite e le amicizie dei tre, alle prese con i loro casini personali e con continue sfide di bowling.

    Altro progetto sportivo, è quello senza titolo di Beth McCarthy Miller, regista di 30 Rock e Saturday Night Light che produrrà una comedy sportiva assieme a Steven Brill, anche sceneggiatore, incentrata su un cronista sportivo da anni sulla breccia che si trova a fare i conti con un mondo dello sport sempre più pazzo, così come i suoi componenti.

    Sempre senza titolo c’è anche una comedy lavorativa incentrata sugli uomini e le donne che controllano il traffico aereo, lo show sarà prodotto da Thom Beers e Philip D. Segal (produttori di “Deadliest Catch” e “Ice Road Truckers”) e sceneggiato da Andrew Waller e Mike Gagerman (“Road to Nardo”).

    Powerball (sceneggiata da Ike Barinholtz, David Stassen and Steven Cragg – Mad TV) parlerà invece di un trentenne bamboccione che ancora vive con i suoi, che un giorno vince Powerball, una lotteria miliardaria: oltre a darsi alla pazza gioia, il nostro protagonista tenterà anche di guadagnarsi il rispetto e l’amore della comunità e della sua famiglia.

    Chiudiamo con un progetto senza titolo sceneggiato da Russell Marcus (“Married with Children”), la serie racconta di un tizio che, stanco dei ritmi lavorativi che comporta il lavorare per una grande azienda, decide di trascinare la sua famiglia nel mondo delle grigliate professionistiche.

    574

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Pilot Serie TVSerie TvSerie TV AmericaneSpike TV