Speranza, la nuova parola d’ordine delle trattative tra sceneggiatori e studios

Speranza, la nuova parola d’ordine delle trattative tra sceneggiatori e studios
da in Alliance of Motion Picture And Television Producers, Attualità, Writers Guild of America
Ultimo aggiornamento:

    wga strike fox

    Andranno avanti anche oggi le trattative tra i produttori di Hollywood e gli sceneggiatori americani, e dopo “dialogo”, la nuova parola d’ordine è: speranza (che lo sciopero finisca presto, ovviamente).

    “Stiamo veramente negoziando”, ha spiegato una fonte della WGA vicina alle trattative. “Lo facciamo a piccoli gruppi, e credo che questa sia una cosa positiva”. Robert King, membro dei negoziati e della WGA West, ha invece spiegato che (secondo lui) “le trattative stanno procedendo verso un ‘posto migliore’. Magari è solo un piccolo miglioramento prima dell’Armageddon di tutte le trattative, ma per il momento c’è dialogo, e il dialogo è importante. L’unico problema nelle trattative – e specialmente in questa – è che tutte e due le parti tendono a vedere proposte e controproposte dell’avversario come un modo per fregare l’altro. E la cosa peggiore, è che a volte alcune delle proposte dell’AMPTP tendono proprio a questo scopo”. Ripetiamo che oltre a sensazioni e supposizioni, non ci sono dettagli su offerte e controfferte, visto che – come abbiamo sottolineato più volte – l’unica cosa su cui la Writers Guild of America e l’Alliance of Motion Picture and Television Producers sono d’accordo (a parte il fatto di non essere d’accordo su nulla) è di mantenere sulle trattative il più totale blackout mediatico. Già mercoledì, comunque, la WGA aveva fatto sapere che le trattive avevano affrontato “punti cruciali” dei contratti, ma anche ieri non si è trovata una soluzione, e se Variety scrive(va) che lo sciopero durerà fino a Marzo, l’Hollywood Reporter parla oggi di “spiragli” . Intanto, sindaci ed economisti continuano a fare i conti: lo sciopero degli sceneggiatori ha causato una falcidia di film e serie tv, ha avuto infatti anche un forte impatto sull’economia.

    Il sindaco di Los Angeles, Antonio Villaraigosa, ha citato cifre da capogiro: se lo sciopero continuasse ancora a lungo, l’area avrebbe perdite per un bilione di dollari.

    wga strike paramount

    Infine, la presidente della CBS Entertainment, Nina Tassler, ha invitato tutti produttori a rovistare nel cassetto e a tirar fuori sceneggiature già scritte (anche per film) che possano diventare nuove serie tv: sembrerebbe una mossa disperata, ma – ricorda Variety – la Tassler era alla Warner Bros. TV quando il futuro agente Tony Krantz tirò fuori la sceneggiatura di “EW,” progetto scritto 10 anni prima dallo scrittore Michael Crichton: il progetto venne affidato a John Wells, che cambio il nome in “ER” (il cui 300esimo episodio è andato in onda in America giovedì scorso, ndr).

    545

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alliance of Motion Picture And Television ProducersAttualitàWriters Guild of America