Spartacus: Gods of The Arena, video e intervista al creatore Steven S. DeKnight

Spartacus: Gods of The Arena, video e intervista al creatore Steven S. DeKnight

Qualche novità per Spartacus: Gods of The Arena

da in Interviste, Serie Tv, Serie TV Americane, Serie TV storiche, Spartacus: Blood and Sand, Video
Ultimo aggiornamento:

    Spartacus: Gods of The Arena, il prequel di Spartacus pensato da Steven S. DeKnight per sopperire alla mancanza di Andy Whitfield (che, visto il ritorno del cancro, sarà invece sostituito da un attore ex novo) debutterà il 21 gennaio su Starz, ma grazie a TV Squad (il video è dopo il salto) siamo in grado di mostrarvi qualche scena della miniserie unita ad un’intervista del creatore Steven S. De Knight con qualche anticipazione; stando attenti a quelle sgradite, ne parliamo dopo il salto…

    ‘Spartacus: Gods of the Arena’ debutterà il 21 gennaio, il prequel in sei episodi di Blood and Sand vedrà il ritorno non solo di Andy Whitfield per qualche scena, ma anche di John Hannah e Lucy Lawless, oltre alle new entry interpretate da Jaime Murray e da Dustin Clare, quest’ultimo nel ruolo di Gannicus, gladiatore tra i più temuti della casa di Batiatus.

    Secondo quanto anticipato dal creatore Steven DeKnight, Gods of The Arena, essendo ambientato prima di Blood And Sand, sarà vedibile anche da chi non ha mai visto la prima stagione di Spartacus: “La cosa bella dei prequel è che si reggono da soli, se non avete visto la prima stagione potete comunque godervi la visione e capire cosa sta succedendo, tutte le informazioni sono lì e servono da introduzione ai personaggi“, ha spiegato lo sceneggiatore.

    Gods of The Arena racconterà in particolare dell’ascesa, al posto del padre, del giovane Batiato (Hannah) nel mondo delle lotte gladiatori; la stella del ludus di Batiatus sarà Gannicus (Clare) che però ha un debole per il vino e le donne, due passatempi che potrebbero incidere sulle sue prestazioni nell’arena; sullo sfondo delle trame di Batiato e Lucretia (Lawless), faremo anche i conti su come Crixus (Manu Bennett) e Oenomaus (Peter Mensah) si inseriscono nel quadro generale.

    Un quadro generale che vedrà omicidi e tradimenti, “tutti tentano di emergere e ci saranno un sacco di manovre strane“, ha anticipato DeKnight, secondo cui “ci saranno un sacco di bugie, tradimenti e omicidi…ma anche molte sorprese relative a chi ha fatto cosa contro chi. Esploreremo – la promessa finale del creatore – situazioni che gli altri show televisivi hanno paura di trattare, non scapperemo via di fronte a sesso e violenza, vogliamo raccontare le cose nel modo più realistico possibile“.

    585

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IntervisteSerie TvSerie TV AmericaneSerie TV storicheSpartacus: Blood and SandVideo