Smallville 9, parla Tom Welling (spoiler)

Dopo 8 anni di Smallville c'è ancora modo di raccontare le storie di Superman "dimenticandosi" del costume rosso/blu? No, è infatti quest'anno lo vedremo in costume rosso/blu (e anche nero), ma se i fan continueranno a guardare la serie in massa non è escluso che lo show possa andare avanti anche per una decima stagione

da , il

    Dopo 8 anni di Smallville c’è ancora modo di raccontare le storie di Superman “dimenticandosi” del costume rosso/blu? No, è infatti quest’anno vedremo Clark in costume rosso/blu (e anche nero), e se i fan continueranno a guardare la serie in massa non è escluso che lo show possa andare avanti anche per una decima stagione. Ma quali sono i piani?

    Tom Welling quest’anno è anche produttore, e si è detto molto grato alla serie per averlo fatto crescere: “Prima di Smallville non avevo mai recitato – ha detto l’attore - il mio obiettivo era fare meglio che potevo e imparare a più non posso per migliorare la serie; penso non ci sia niente di male in questo, ma penso di aver contribuito molto allo show anche se non ne ero produttore, ed adesso sarò ancora più coinvolto“.

    Welling ha anche rivelato di aver avuto delle perplessità nel firmare il contratto per una nona stagione, “volevo sapere come sarebbe stata la storia e non volevo impegnarmi troppo prima di sapere cosa mi sarebbe aspettato. Quindi abbiamo avuto un incontro con Peter Roth, presidente della Warner Bros. Television president e con i produttori esecutivi Kelly Souders e Brian Peterson. Una volta sentiti i loro piani, la decisione non è stata difficile, penso che questa stagione sarà energizzante per lo show“.

    Ma cosa dobbiamo aspettarci dalla nona stagione di Smallville? A parte un cambio di guardaroba per Clark “in passato – ha spiegato l’attore – il mio personaggio è stato un eroe riluttante, e con la morte di Jimmy ha capito di essersi fortemente sbagliato sull’umanità. Rifiuta la sua umanità, va da Jor-El e gli chiede consigli, Jor-El lo prende sotto la sua ala e lo allena, e sarà questo allenamento a prepararlo per il futuro. Passerà un sacco di tempo nella Fortezza della Solitudine a prendere informazioni, grazie alle quali capirà che la salvezza del mondo dipende dalla sopravvivenza di Lois Lane. Clark dovrà combattere tra il suo destino e la sua umanità, nei primi episodi in cui vedremo il suo allenamento questa cosa lo disturberà, tanto che Jor-El gli chiederà di dimenticarsi di tutto e tutti e di essere l’eroe che deve essere“.

    Le cose andranno male anche con Chloe, che peraltro fa parte della Justice League, come coordinatrice delle missioni con il nome in codice di “Watchtower“: ma Welling ha spiegato che “nessuno sa cosa succederà, nessuno sa che ruolo sia. Allison Mack è un’attrice fantastica, sul set è molto collaborativa e c’è questo senso di distanza tra Chloe e Clark. Sono entrambi cambiati dalla prima stagione, sono cresciuti ed hanno le loro idee sul cosa fare della vita, ma devono anche capire come far funzionare la loro relazione“.

    E se il grande nemico di Clark sarà Zod (“di cui dovremmo capire chi è e quali sono i suoi alleati“), pare che vedremo anche un triangolo Clark, Lois e la Macchia Rosso-Blu: “Abbiamo avuto un meeting l’anno scorso, in cui io ho sostenuto che Clark amava Lois anche se non ne era a conoscenza, ma c’è stato qualcosa, una ragione per cui lui sta vicino a Lois. Quest’anno, quando Clark cambierà, capirà anche i suoi sentimenti per Lois”, ha spiegato l’attore, secondo cui il suo personaggio avrà anche un nuovo look.