Sleeper Cell, crime drama sul terrorismo in onda da domani sulla AXN (video)

Sleeper Cell, crime drama sul terrorismo in onda da domani sulla AXN (video)

Protagonista della serie, l’agente musulmano dell’FBI Darwin Al-Sayeed (Michael Ealy) infiltrato all’interno di una cellula terroristica islamica pronta a colpire l’America

    Sleeper Cell, crime drama sul terrorismo in onda da domani sulla AXN (video)

    Immaginiamo quasi sempre i terroristi come qualcosa di ‘lontano’ da noi, tizi in tunica e barba lunga che si addestrano in regioni dai nomi strani per poi colpire i luoghi occidentali considerati ‘malefici’. Sleeper Cell, serie drammatica andata in onda per due stagioni sulla Showtime e trasmessa da domani in Italia sulla AXN in seconda serata, rivoluziona questo modo di pensare.

    L’agente musulmano dell’FBI Darwin Al-Sayeed (Michael Ealy, candidato ai Golden Globe per la sua interpretazione) è infiltrato all’interno di una cellula terroristica islamica pronta a colpire l’America. I terroristi che si trova davanti, però, non hanno barbe lunghe, ma sono uomini e ragazzi comuni, persone che incontri in treno, vicini di casa, uomini insospettabili: sono una “cellula dormiente” (Sleeper Cell, appunto), composta da persone che tramano attentati mentre conducono una vita “rispettabile”. “A spingerci a proporre un lavoro del genere è stata la modalità con cui fino ad ora sono stati descritti i terroristi dopo l’11 settembre”, raccontano Cyrus Voris e Ethan Reiff, i produttori esecutivi, che hanno descritto la serie al Los Angeles Times. “Lo stereotipo è sempre quello del cattivo dei cartoni animati, un terrorista arrivato da un paese sconosciuto e malvagio.

    Un modo di descrivere la realtà che ci ha fatto infuriare: per questo abbiamo deciso di mostrare che il terrorismo può esistere anche da noi, e soprattutto, che i terroristi possono anche essere americani”. La produzione della serie vanta nomi di primo piano nel panorama delle serie TV: Ann Kindberg di Grey’s Anatomy e The Shield, mentre il regista di parte dei dieci episodi della prima stagione è Nick Gomez, già regista per le serie The Shield e I Soprano. La serie ha ricevuto molte critiche da parte dei conservatori, ma è stata un successo in termini di ascolti e critiche (televisive), e sebbene la seconda stagione lasci molti interrogativi in sospeso, Voris e Reiff hanno già fatto sapere che non ci sarà una terza stagione.

    413

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI