Sky, tv locali in guerra per la nuova numerazione

Sky, tv locali in guerra per la nuova numerazione

Non piace alle tv satellitari free la nuova numerazione decisa da Sky senza alcun accordo con le parti interessati: ora le tv locali minacciano di rivolgersi all'Antitrust e all'Agcom

    sky nuova numerazione proteste

    La nuova numerazione dei canali Sky, che ha rivoluzionato non solo l’offerta Intrattenimento e Bambini dei pacchetti a pagamento del monopolista satellitare ma anche l’organizzazione delle reti locali che trasmettono via satellite, ha fatto infuriare le tv locali, pronte a chiedere l’intervento di Agcom e Antitrust qualora Sky non si mostri disponibile collaborare per una soluzione concordata della situazione. Alle tv locali, infatti, non è affatto piaciuta la decisione ‘unilaterale’ della riorganizzazione, fatta senza interpellare le tv interessate dagli spostamenti.

    Da lunedì 4 luglio Sky ha cambiato l’organizzazione dei canali dall’800 al 900 senza dir nulla alle reti locali e ai canali satellitari free che in molti casi da anni occupano una certa frequenza: questa l’accusa mossa da Massimiliano Monti, editore dell’emittente genovese Telenord, pronto a rivolgersi all’Agcom e all’Antitrust perché Sky modifichi la numerazione, in accordo – questa volta -con le reti interessate.

    Le 132 tv satellitari italiane presenti nelle lista Sky non sono state coinvolte nella definizione della categoria di competenza tra quelle decisa da Sky e ora si trovano con una numerazione diversa, annunciata con pochi giorni di preavviso, e peraltro spesso inseriti in una categoria non idonea” dice Monti, per nulla intenzionato a sopportare il sopruso di Sky.

    Una decisione, quella di Sky, che ovviamente ha finito per creare disagi ai telespettatori, ormai disorientati nella fruizione dei canali satellitari free, e alle reti coinvolte, costrette in pratica anche a rivedere tutta la loro promozione.

    Da qui la richiesta a Sky di ‘sedersi intorno a un tavolo’ per rivedere la situazione e giungere quantomeno a una riorganizzazione concordata. Da Sky ancora nessuna risposta, ma noi ci auguriamo che le richieste delle tv satellitari free venga accolta rapidamente onde evitare esposti all’Agcom che si tradurrebbero in lunghe procedure e incalcolabili tempi di attesa.

    350

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàSky
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI