Sky sul Dtt nel 2010, Almunia favorevole

L'Unione Europea sarebbe vicina all'ok per lo sbarco di Sky sul digitale terrestre italiano, ma con un solo multiplex e per di più free

da , il

    Rupert Murdoch, patron di Sky

    Il Commissario Europeo Joaquin Almunia sarebbe favorevole a concedere a Sky l’opportunità di partecipare alla gara per l’assegnazione delle frequenze dei multiplex digitali, che si terrà dopo l’estate: Sky, quindi, potrebbe approdare sul digitale terrestre con due anni di anticipo sulle scadenze concordate al momento del suo sbarco da monopolista nel mercato satellitare italiano. Si attende l’ufficialità, anche se diverse fonti anticipano l’introduzione nel provvedimento di ‘via libera’ di alcune limitazioni.

    Stando a quanto si apprende da Milano Finanza e Italia Oggi, l’Unione Europea sarebbe disposta a concedere a Sky la possibilità di entrare nel dtt italiano con due anni di anticipo rispetto ai precedenti accordi con un paio di condizioni: in primis Sky potrebbe concorrere per l’acquisizione di un solo multiplex, peraltro in modalità free per almeno 3/5 anni. nessuna concorrenza diretta, quindi, con Mediaset Premium, particolarmente preoccupata dello sbarco di Sky nel mercato Dtt.

    Tra gli scenari possibili nel caso di una decisione del genere, Italia Oggi lascia aperta la possibilità a Sky di entrare nel mercato pay, affittando o acquistando gli spazi degli operatori già possessori di multiplex: il gruppo Espresso, cui appartengono le frequenze di Cielo, avrebbe già fatto una proposta di oltre 250 milioni di euro. Si attende il provvedimento ufficiale dell’Unione Europea.