Sky On Demand: a luglio il nuovo servizio internet based di Sky Italia

Sky On Demand: a luglio il nuovo servizio internet based di Sky Italia

Dal 1° luglio 2012 Sky Italia lancerà il nuovo servizio internet based Sky on Demand

    sky on demand logo

    Novità in arrivo in casa Sky Italia: dopo Sky Go a luglio l’innovativa offerta tecnologica della pay tv satellitare si arricchirà con Sky On Demand, nuovo servizio internet based che consentirà l’accesso a oltre mille contenuti, tra cui centinaia di film, in qualsiasi momento della giornata e senza costi aggiuntivi e che andrà ad ampliare il catalogo già disponibile in modalità ‘Push Vod’.

    Agli abbonati Sky possessori del decoder My Sky HD (che consente di registrare i propri contenuti preferiti) e con servizio My Sky attivo, basterà connettersi alla rete internet di casa (via cavo o wireless) e premere il tasto rosso del telecomando per poter usufruire gratuitamente del nuovo servizio Sky On Demand che offre un nuovo modo di vedere la tv: ciò che vuoi, quando vuoi e gratis. Per accedere al servizio occorre prima attivarlo sul sito di Sky nell’area Fai da te.

    Dal 1° luglio la pay tv satellitare di Rupert Murdoch metterà a disposizione dei suoi abbonati in cerca di una totale flessibilità di fruizione tutti i generi dei pacchetti Sky: film (circa 500), programmi sportivi (oltre 200), intrattenimento, programmi per bambini, documentari, news e tanta musica. I contenuti selezionati saranno scaricati sull’hard disk del MySky ma potranno essere visualizzati già durante il download che continuerà in background. Non solo.

    Questa già ampissima offerta da settembre sarà arricchita poi da una sezione con contenuti Adult disponibile in modalità Pay-per-view.
    Nella categoria Scelti per te (ex Selection On Demand) troveranno spazio invece titoli in HD. Tra l’altro i contenuti di questa categoria sono già presenti nell’hard disk e a differenza degli altri non prevedono un download.

    Come ha scritto recentemente Aldo Grasso sulle colonne del Corriere della Sera tutti i broadcaster, dalla Rai a Mediaset passando per La7, si sono ormai ‘attrezzati’ e stanno ampliando le forme di fruizione ‘on demand’: forme che ‘sia Mediaset Premium sia Sky stanno fortemente spingendo, tutte le settimane, ad esempio, un milione di abbonati Sky ricorre all’ on-demand. Così cambia la tv, e le abitudini di visione’.

    376

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Skyvideo-on-demand

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI