Sky e l’Auditel delusione

Sky e l’Auditel delusione

Auditel pubblica gli ascolti delle tv satellitari

    Il logo di SKY

    Chi l’avrebbe mai detto che i dati Auditel di Sky sarebbero stati una così grande delusione?

    Se i programmi di sport registrano uno share e un pubblico di molto inferiori rispetto agli spettatori di RAI e Mediaset, la vera delusione (almeno a mio parere) è Sky Tg24, che passa dallo 0,41% di share (16.000 spettatori) della mattina, allo 0,04% (6-9mila spettatori) durante la giornata: a discolpa del Tg si può dire che dovrebbe essere difficile mantenere viva l’attenzione trasmettendo (quasi) sempre le stesse notizie, seppure rimescolandole e aggiornandole di volta in volta.
    L’unica nota positiva viene da Fox (che ha un pacchetto di tutto rispetto con Adventure One, FoxCrime, National Geographic Channel, History Channel, e FoxLife), i cui spettatori fanno registrare uno share pari all’1,5%, per scendere sotto l’1% durante la prima serata.
    In generale, tutti i canali di Sky durante la giornata hanno totalizzato uno share che va dal 2,09% al 4,33%, con un picco di 1.100.000 spettatori durante il prime time.

    Numeri buoni, se vogliamo (ricordiamoci che parliamo di una TV a pagamento, e, soprattutto nei piccoli centri, poco diffusa), ma lontanissimi da quell’8-10% stimati prima delle rivelazioni pre Auditel.
    Bisogna comunque pensare che a) i dati Auditel di RAI e Mediaset si riferiscono a 54 milioni di persone, mentre quelli delle Tv satellitari solo a 12 milioni (4 milioni di abbonati, da moltiplicare per tre, che è la composizione di una famiglia tipo) b) che diversamente dalle reti nazionali o locali, le tv satelittari hanno nel loro boquet programmi per tutti i gusti c) che i dati si riferiscono ad un solo giorno: vero è però che resta comunque la delusione di sapere che la tv satellitare, fino a ieri considerata una sorta di “regina” del mondo televisivo, fa ascolti persino inferiori a quelli di una qualsiasi tv regionale.

    388