Simona Ventura e Valeria Marini ‘resuscitano’ i Telegatti

Simona Ventura, Valeria Marini e Nino Frassica hanno ridato vita alla Notte dei Telegatti: si sono ritrovati sul palco del Teatro Smeraldo di Milano per ricostruire una delle cerimonie più amate della Tv, ma solo per 'fiction'

da , il

    Simona Ventura, Valeria Marini e i Telegatti

    Simona Ventura, Valeria Marini e Nino Frassica hanno ridato vita alla Notte dei Telegatti: si sono ritrovati sul palco del Teatro Smeraldo di Milano per ricostruire una delle cerimonie più amate della Tv, ma solo per ‘fiction’. Si tratta, infatti, di una scena del nuovo film di Sofia Coppola, Somewhere.

    Avevamo già accennato alla partecipazione di Simona Ventura alla nuova pellicola di Sofia Coppola, Somewhere, e ora Tv Sorrisi e Canzoni ci svela la natura e il contenuto di questa inusuale partnership. In realtà la regista ha voluto ricostruire una vera e propria Notte dei Telegatti (quest’anno peraltro ‘saltata’ per motivi di budget), per il suo nuovo film: Sofia ha provato l’esperienza cinque anni fa accanto al padre Francis Ford Coppola (all’epoca premiarono la migliore serie tv, per la cronaca Elisa di Rivombrosa) per farla ‘vivere’ al suo protagonista, Johnny Marco (interpretato da Stephen Dorff), un attore in crisi he cerca di riprendere in mano la sua vita e la sua carriera con l’aiuto della figlia undicenne.

    Ecco quindi rispuntare fuori da qualche magazzino le scenografie dei Telegatti, mentre Daniele Soragni, storico redattore di Tv Sorrisi e Canzoni, rivede la sceneggiatura (per la quale è stato consulente in merito alla ricostruzione della cerimonia tv) e le ritrovate amiche Valeria Marini e Simona Ventura, rigorosamente in mise da grand soirée accolgono gli ospiti e intrattengono il pubblico. Con loro anche Nino Frassica, scovato dalla regista grazie a un video di YouTube in una sua partecipazione a I Migliori Anni.

    Coinvolti nel progetto anche altri volti noti del nostro showbiz, come Maurizio Nichetti, che sale sul palco a ricevere un premio: tutto è stato ricostruito nei minimi dettagli, dall’arrivo a Milano al pernottamento nell’hotel Principe di Savoia, passando per tutta la liturgia della serata. Un notevole sforzo che suona come un omaggio alla nostra tv, ma soprattutto come un riconoscimento per l’ospitalità evidentemente rimasta nella memoria della regista. Un ricordo che rimbalzerà nelle sale cinematografiche di mezzo mondo.