Simona Ventura sui reality e Morgan: “X Factor 4 a rischio”

Simona Ventura sui reality e Morgan: “X Factor 4 a rischio”

Simona Ventura difende i reality della Rai dagli attacchi della politica e spezza una lancia a favpre di Morgan, per quanto ritiene che abbia davvero sbagliato a rilasciare quelle dichiarazioni sulla cocaina che gli son costati l'eliminazione da Sanremo 2010

    Simona Ventura attacca a tutto campo quanti si oppongono ai reality show sulla Rai e commenta, a bocce (quasi) ferme, le dichiarazioni di Morgan e la sua esclusione da Sanremo. “La politica è il nostro datore di lavoro, e una parte di essa pensa che la tv pubblica non debba fare i reality. Non si capisce perché, visto che li fa anche meglio degli altri” dice Simona a pochi giorni dalla settima edizione dell’Isola dei Famosi 7. E su Morgan: “Stavolta ha sbagliato. E se non ci mette una pezza grande come la Lombardia la Rai non gli farà rifare X Factor“. Di seguito gli estratti dalle interviste da Affari Italiani e Vanity Fair.

    Partiamo proprio dal Caso Morgan, che aleggia sul Festival di Sanremo 2010 al via martedì 16. Intervistata da Affari Italiani, Simona critica Morgan, ma ne capisce il suo intento provocatorio, sfuggitogli però di mano: “Non si può legittimare l’uso della droga, in nessun modo. Nelle sue intenzioni, però, credo fosse l’ennesima provocazione su un argomento che in Italia è tabù: la droga è un fenomeno in crescita, tantissimi la usano appunto come ‘antidepressivo’, e se ne fregano che faccia male, ma questo non si può dire” dice la Ventura, che spera che per lui questa bufera segni l’inizio della svolta. “Chissà che da questa vicenda Morgan non trovi la via per uscirne – continua Simona – mi spiace molto che gli sia stata carpita questa intervista. Carpita, perchè è ovvio che entri come un coltello nel burro dentro una persona che ha problemi così evidenti. Morgan va protetto perchè è un uomo fragile: ha addosso il male di vivere, che arriva dalla sua storia e da qualcosa che non ha mai affrontato e risolto. Il risvolto ironico è che, dopo lo scandalo, è diventato quello che voleva: una rockstar“.

    E dato quanto è successo, il futuro di Morgan a X Factor è a rischio: “La Rai non gli permetterà di rifare X Factor se non ci mette una pezza. Ma devono essere pezze grandi come la Lombardia. Ma per lui la carriera tv non è finita: in questo Paese, tranne rarissime eccezioni, nessuno paga mai“.

    E a proposito di X Factor, Simona Ventura classifica la sua ‘mezza’ dichiarazione di ritorno al talent di RaiDue – sfuggitale durante una puntata di Quelli che il Calcio – una boutade: “Non lo so ancora – dice la Ventura a Vanity Fair – però mi piacerebbe che X Factor tornasse ad avere la spontaneità delle prime due edizioni: nell’ultima c’è stata troppa negatività, troppe polemiche, troppa luce sui giudici, troppi magheggi“.

    Per ora per SuperSimo c’è solo l’Isola dei Famosi, che come sempre attira polemiche e discussioni, che parte il 24 febbraio su RaiDue.

    Su Vanity Fair difende la scelta della Rai di programmare reality show, contro le richieste della politica che li vorrebbe fuori dalla tv pubblica, evidenziandone anche la qualità rispetto a quelli Mediaset: “Io ho lavorato bene sia in Mediaset che in Rai. Certo, la Mediaset creativa di allora, quella che sperimentava i programmi, non c’è più: ora questo tipo di lavoro lo fa la tv di Stato. Dai partiti sono sempre stata equidistante, mi arrabbio solo se il mio senso di giustizia viene violato“.

    Attacca poi chi ha criticato la scelta di personaggi come Aldo Busi: “Ci accusano già di cercare la volgarità ma Busi è un provocatore, mica un cretino. È l’intellighenzia che debutta in un reality. Anche se a me interessa far divertire le persone e intrattenere con leggerezza: se chiedi alla gente dei concorrenti dell’anno scorso, si ricorda solo di Belén e Rubicondi che facevano Laguna Blu“.

    Intanto la Ventura guarda anche ad altre forme di ‘comunicazione’: è approdata in radio e il 22 febbraio nasce la sua web-tv, simonaventura.tv. Ma la sua vita non è solo lavoro: non ripeterà l’errore di mescolare vita sentimentale e vita professionale, ma non ci sta a passare per quella che cambia uomo ogni settimana. “E’ molto difficile per gli uomini entrare nei miei spazi. Quando non lavoro, torno a casa dai bambini. Chi sta con me perde il bene più prezioso, la libertà: la luce dei riflettori rende prigionieri e si finisce nel frullatore mediatico. Non sono la virago che sembro in tv: lì sono aggressiva perché mi sono sempre dovuta difendere, ho dovuto fare l’uomo. Ora che nella mia vita professionale ho realizzato quasi tutto, sarei pronta a fare un passo indietro, a lavorare di meno, a vantaggio di un rapporto di coppia“.
    Ad maiora, Simo.

    860

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI