Simona Ventura: Fabrizio Corona una rovina per mondo spettacolo

Simona Ventura nel corso della sua testimonianza al processo per diffamazione a mezzo stampa a carico di Fabrizio Corona ha dichiarato che personaggi come lui sono una rovina per il mondo dello spettacolo

da , il

    simona ventura in aula contro Fabrizio Corona

    Simona Ventura ha attaccatto duramente Fabrizio Corona nell’aula della settima sezione penale del Tribunale di Milano dove ieri si è tenuta un’udienza per il processo a carico dell’ex agente dei paparazzi accusato di averla diffamata a mezzo stampa. “Personaggi come Corona fanno credere che questo sia un ambiente tutto di questo tipo, quando invece è fatto da grandi professionisti. Per cui sentirmi ricattare da Corona, che fa credere che io abbia una sorta di seconda vita mi offende come professionista, in più mi colpisce come donna e come mamma”, si è sfogata SuperSimo chiamata a testimoniare in qualità di parte civile.

    Insomma senza mezzi termini per Simona Ventura Fabrizio Corona è una rovina per il mondo dello spettacolo perché con le sue azioni scredita l’ambiente. Nel caso in questione però sono state alcune parole scritte dal bad boy siciliano a indurre la conduttrice alla querela.

    Il procedimento per diffamazione a mezzo stampa contro Corona è partito infatti da quella famosa lettera aperta firmata dal fidanzato di Belen e pubblicata il 26 agosto 2009 sul settimanale Chi in seguito ad una lite avvenuta tra i due in un locale di Porto Cervo. Una frase in particolare di questa missiva è stata ritenuta “subdola e minacciosa” dai legali della Ventura ed è questa: “Quanti pranzi e quante cene abbiamo condiviso in dodici anni di frequentazione che entrambi abbiamo avuto con Lele Mora? Potrei scrivere un libro sulla ‘Simona segreta’ e tu lo sai bene, molto bene. E anche Lele potrebbe farlo”.

    Nella querela l’avvocato Davide Steccanella ha infatti sottolineato come “l’ignaro lettore fosse legittimato a pensare le peggiori ‘cose’ possibili su di lei, una professionista che cerca di fare al meglio il proprio lavoro che si basa soprattutto sul reciproco rispetto che si è creato con chi la segue da anni”.

    Nel corso della sua testimonianza la Ventura ha spiegato che i suoi rapporti con Fabrizio, conosciuto tramite il suo ex agente Lele Mora, non sono mai stati buoni e che avrebbe potuto querelarlo tante altre volte visto che di fatto c’è stata una “guerra sotterranea in cui lui mi faceva seguire dai suoi paparazzi e io ovviamente non davo corda a questo attacco. Ci sono stati due anni e mezzo di grandissima battaglia poi lui mi chiese una conciliazione ma io gli dissi che era troppo tardi”.

    In questo stesso processo fino a pochi giorni fa era coinvolto anche Alfonso Signorini che in qualità di direttore di Chi rispondeva di omesso controllo per la pubblicazione della lettera incriminata, ma Simona ha rimesso la querela nei suoi confronti: non c’è stato alcun risarcimento ma solo un chiarimento, ha ottenuto la copertina del settimanale e poi è stata ospite della prima puntata del suo nuovo show, Kalispera!.