Simon Baker guadagnerà 30 milioni per 7 anni di The Mentalist

Simon Baker guadagnerà 30 milioni per 7 anni di The Mentalist

Simon Baker, protagonista di “The Mentalist”, ha firmato un contratto con Warner Bros

    simon baker

    Simon Baker, il protagonista di The Mentalist, ha passato di sicuro un buon Natale: secondo Deadline, in questi giorni la star della crimedy CBS ha firmato un accordo che, in cambio dell’allungamento del contratto per un anno (sette invece di sei) gli farà guadagnare oltre 30 milioni di dollari e lo renderà produttore a partire dalla quinta stagione dello show.

    The Mentalist senza Simon Baker non sarebbe The Mentalist, per questo la Warner Bros TV, in cambio di un contratto di durata maggiore, gli ha ritoccato lo stipendio che toccherà i 30 milioni di dollari per 7 anni.

    L’attore, già co-protagonista de “Il diavolo veste Prada”, nella serie CBS interpreta Patrick Jane, ex finto sensitivo (in realtà è un acuto osservatore) e ora consulente di una squadra del CBI, il California Bureau of Investigation, capitanata da Teresa Lisbon (Robin Tunney) e formata da Kimball Cho (Tim Kang), Wayne Rigsby (Owain Yeoman) e Grace Van Pelt (Amanda Righetti).

    Oltre a rimanere legato a The Mentalist per 7 anni, Baker dalla quinta stagione della serie (attualmente siamo alla terza) diventerà anche produttore, seguendo le orme di (tanto per citarne alcuni) Hugh Laurie (House MD), David Boreanaz e Emily Deschanel (Bones), Steve Carell (The Office).

    Il ‘ritocchino’ è stato possibile non solo grazie agli alti ascolti (in calo rispetto alla scorsa stagione, ma comunque sempre sopra i 16 milioni di telespettatori live, cui vanno aggiunti i 3 milioni di telespettatori in dvr, con un rating di 3.5 nella fascia 18-49), ma anche e soprattutto alla syndication con TNT, che per trasmettere The Mentalist sborsa oltre 2 milioni di dollari ad episodio.

    315

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI