Silvia Toffanin: ecco perché non sposa Pier Silvio Berlusconi

Silvia Toffanin: ecco perché non sposa Pier Silvio Berlusconi

Nella sua prima intervista da neomamma, rilasciata a Vanity Fair, Silvia Toffanin ha confessato che per ora non c'è nessun matrimonio in vista con Piersilvio Berlusconi, suo compagno da dieci anni e padre del piccolo Lorenzo Mattia

    Silvia Toffanin su Vanity Fair

    Questo sabato Silvia Toffanin tornerà per il quinto anno consecutivo alla conduzione di Verissimo, il rotocalco pomeridiano di Canale 5, e quale miglior modo di una bella copertina sul nuovo numero di Vanity Fair per rilanciare la sua immagine di giovane conduttrice in carriera a distanza di tre mesi dalla nascita del piccolo Lorenzo Mattia, il suo primo figlio avuto dal compagno Pier Silvio Berlusconi. Il quale, udite, udite, la Toffanin non ha ancora intenzione di sposare, almeno per il momento.

    Nella sua prima intervista da neomamma, e in attesa del suo ritorno in video nel nuovo salotto sempre più glamour di Verissimo, Silvia Toffanin ha dichiarato, a sorpresa, che non c’è nessun matrimonio in vista con il vicepresidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, suo compagno da dieci anni e padre del suo primogenito Lorenzo Mattia, nato lo scorso 10 giugno. L’ex letterina di Passaparola, oggi giornalista e conduttrice del rotocalco del sabato pomeriggio di Canale 5, non crede tanto nelle unioni scritte quanto piuttosto in quelle consolidate da un sentimento sincero che si rinnova giorno per giorno.

    Questo figlio corona la nostra unione più di qualsiasi foglio di carta. Non sento il bisogno di una cerimonia per sentirmi più amata” ha spiegato la Toffanin sulle pagine del nuovo numero di Vanity Fair per cui ha realizzato anche un radioso servizio fotografico.

    Forse il matrimonio mi spaventa perché non vorrei mai che la persona che mi sta al fianco ogni giorno fosse lì solo perché deve, ma non lo vuole. Vorrei che mi scegliesse sempre, come io scelgo lui” ha continuato la bella 30enne veneta aggiungendo che ora come ora, nonostante sia mamma da tre mesi, non riuscirebbe a immaginarsi sempre a casa senza il suo lavoro.

    Rispetto le donne che lavorano a casa, spesso felici di farlo, ma io sarei frustrata. E questo malessere poi lo trasmetterei a mio figlio e al mio compagno. Andrebbe contro la mia natura indipendente” ha concluso. Una ragazza fortunata e da ammirare per la sua voglia di fare. O no?

    409

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI