Showtime, in arrivo uno show drammatico sulla sottocultura LGBT

Showtime è interessata ad un progetto sceneggiato da W

da , il

    Showtime si conferma una rete gay friendly, con un progetto sceneggiato da W. Merritt Johnson (Temple Grandin) e diretto da Lee Daniels (Precious) incentrato sulla sottocultura LGBT e con riferimenti al film/documentario Paris Is Burning diretto da Jennie Livingston, che racconta le origini del Vogueing, il ballo divenuto di tendenza nelle discoteche di tutto il mondo all’inizio degli anni ’90, grazie alla canzone ‘Vogue’ di Madonna.

    Dopo Cucumber di Russell T.Davies, Showtime ordina un altro progetto gay-friendly: trattasi di uno show drammatico, contemporaneo e senza titolo, ambientato nella New York City di oggi dove è presente una sottocultura fatta di transgender, gay e bisessuali, neri e latinos. Il progetto – non è chiaro se una serie tv o miniserie – saà sceneggiato da W. Merritt Johnson (Temple Grandin) e diretto da Lee Daniels (Precious).

    Lo show sarà ispirato a Paris Is Burning, film/documentario dei primi anni ’90 (pluripremiato) che racconta le notti delle drag queen nei locali di New York e più precisamente di Harlem, un posto dove gay neri e ispanici si dividono in varie “house” che competono per i trofei dei “drag balls” a colpi di Vogueing, il ballo reso celebre da Madonna che consiste nel ballare per poi congelarsi in pose glamour.

    Showtime, lo ricordiamo, ha dato il via libera anche ad uno show di Russell T. Davies, lo sceneggiatore Torchwood (e, prima ancora, di Queer As Folk, grande successo della rete e dello sceneggiatore, creatore dell’originale e del remake americano), è al lavoro su Cucumber, che racconterà la vita quotidiana di un gruppo di uomini gay.