Sformat di Mariano Sabatini – XIII su SkyUno è tratto da un fumetto belga, a noi certe idee non vengono mai

Sformat di Mariano Sabatini – XIII su SkyUno è tratto da un fumetto belga, a noi certe idee non vengono mai

XIII The Series in onda su Sky Uno è un ottimo prodotto

da in Serie Tv, Sformat, Sky, Sky Uno
Ultimo aggiornamento:

    XIII the series su SkyUno

    Un serial costruito attorno ad uno smemorato dal passato misterioso. Come mai a sceneggiatori, registi e dirigenti italiani non vengono in mente certe idee? Qualcuno sostiene che sia per insufficienza di fondi, personalmente ritengo che i broadcasters di casa nostra difettano in coraggio, creatività, credibilità. Il massimo che riusciamo a fare, rimanendo nell’ambito delle amnesie, è allestire una miniserie sullo Smemorato di Collegno: ben fatta, sempre però con uno sguardo rivolto alla storia, alla vita vera, di una pesantezza insostenibile. Il peggior difetto della fiction italiana è, infatti, il muffito istinto biopic da cui non riesce a schiodare: santi, benefattori, eroi, campioni dello sport, tutti schiacciati a viva forza nel moderno progetto di minculpop agiografico.

    XIII – i tredici appuntamenti della prima stagione sono in programmazione su SkyUno – prende le mosse dall’omonimo e celebre fumetto belga degli anni Ottanta, firmato da Jean Van Hamme (sceneggiatore) e William Vance (disegnatore). Protagonista è un ex agente segreto, fuggito da un carcere in Romania (impersonato da Stuart Townsend), che ha perso la memoria e cerca di recuperare il passato partendo proprio dal numero XIII che ha tatuato sulla clavicola; mentre una non meglio identificata organizzazione deviata dispiega uomini e mezzi per farlo fuori. Nel frattempo, chiunque incontri sembra non volergli rivelare niente di niente, anche di fronte ad evidenti collegamenti e prove prodotti. Oltre a Ted Atherton e Aisha Tyler, nella serie franco-canadese sviluppata per la tv da Philippe Lyon, c’è la nostra Caterina Murino. Due donne se lo contendono in un intrigo di inseguimenti, scontri, cambi di location, serviti da un’eccellente regia.

    La complessità della trama rivela la fiducia che ripongono oltreoceano nei loro telespettatori.

    Da noi non mancano i fumetti di successo che sarebbe possibile trasferire alla Tv, penso a Tex Willer, Dilan Dog, Martin Mystere… Mancano, invece, capacità e quel pizzico di incoscienza che consentano di intraprendere nuove strade produttive.

    357

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Serie TvSformatSkySky Uno