Sformat di Mariano Sabatini – Virus con Bisignani, attenzione al già visto e già sentito

Sformat di Mariano Sabatini – Virus con Bisignani, attenzione al già visto e già sentito

A Virus Nicola Porro intervista Luigi Bisignani e l'effetto déjà vu è assicurato

da in Programmi TV, Sformat
Ultimo aggiornamento:

    Massimo Cacciari

    Se si dosasse un minimo di più, Massimo Cacciari non farebbe un soldo di danno, come si dice a Roma. È vero che si parla tanto dell’impegno degli intellettuali che latitano, ma il filosofo prestato alla politica si “presta” si troppo (è un cervello in comodato gratuito, in sostanza) ad albaparietteggiare qui e là. Ieri sera, davanti agli affreschi meravigliosi del Tiepolo, a Virus su Rai2 ha recitato con toni apocalittici, ma potremmo anche dire incazzati, lo zibaldone delle sue idee; una sorta di blob tarato sulla frammentazione in particelle elementarissime che piace tanto alla tv: “Lo stato non si è formato, ognuno fa da sé, per sé… Non puoi fare un favore a una potenza straniera e consegnargli a domicilio chi ritiene di essere sotto la tutela dello Stato italiano… È una violazione pazzesca della sovranità nazionale… La ricchezza non è avere tanti miliardi in banca…”. Di tutto e di più. E simili provocazioni, che provocazioni non sono perché ispirate a buon senso assoluto, servono a Nicola Porro, conduttore dal sorriso che non conosce confini, per avviare il dibattito in studio.

    Si parla di una vicenda spinosissima, il caso di Alma Shalabayeva e della figlioletta, sul quale vacilla lo strambo governo Letta e che pencola sulla capoccia di Silvio Berlusconi per l’amicizia dell’ex premier con il presidente kazako. Il primo a parlare è Paolo Romani, fedelissimo del cavaliere, ma a spargere l’alito della storia sulla piccola cronaca, quisquilie quotidiane, è Paolo Mieli, altro intellettuale che si concede – spesso e volentieri, bontà sua – al piccolo schermo. Ciliegina sulla torta del dibattito, il flash mob di Paolo Guzzanti, latore di un’intervista a Berlusconi.

    E sai che notizia… l’intervista di uno che parla anche ai videocitofoni. A Virus va dato atto dello sforzo di decentrare l’attenzione dai temi caldi su cui insistono gli altri talk show, ma lo svolgimento drammaturgico rimane catalettico. La parte finale, dedicata all’intervista ad un grande personaggio dell’attualità, è il momento più interessante. Se però l’intervistato è Luigi Bisignani, già ampiamente scandagliato su La7 da Enrico Mentana, l’effetto déjà-vu è assicurato.

    371

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Programmi TVSformat