Sformat di Mariano Sabatini – The Voice of Italy, con le blind audition Cocciante non riconosce Giulietta

Sformat di Mariano Sabatini – The Voice of Italy, con le blind audition Cocciante non riconosce Giulietta

The Voice of Italy, il nuovo talent show di Raidue con Piero Pelù, Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante e Noemi a fare i giudici

da in Sformat, The Voice of Italy
Ultimo aggiornamento:

    The Voice of Italy coach

    Era giusto e comprensibile che Raidue, dopo lo scippo di X Factor da parte di Sky, si dotasse di un nuovo talent show canoro. Da ieri sera, ogni giovedì alle 21.10, seguiremo le gesta degli aspiranti cantanti del futuro a The Voice of Italy, format che in tutto il mondo ha conquistato milioni e milioni di estimatori. A giudicare dal primo appuntamento, si tratta di una gara molto più gentile di quella finora più famosa in Italia, soprattutto perché i quattro coach – Piero Pelù, Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante e Noemi – sembrano animati da autentica passione per la musica, più che da esasperato protagonismo. O voglia di garantire spettacolini di bassa lega, con litigi e ripicche.

    Siamo alle fasi delle audizioni al buio, che ieri hanno ottenuto oltre il 12% di share, ottimo risultato. I cantanti preselezionati vengono introdotti al cospetto dei capisquadra e questi, seduti su trabiccoli girevoli, devono decidere ascoltandoli senza vederli se premiare o no voce, stile, maturità artistica. Ciascuno dei fantastici quattro può pigiare un tasto che, ruotando la postazione, lo porta a guardare in faccia i candidati prescelti. A quel punto, davanti ai coach che se lo contendono, sarà il concorrente a decidere in quale squadra arruolarsi.

    The Voice of Italy, con l’attore Fabio Troiano nel ruolo di buttadentro-conduttore, si fonda sull’appassionante meccanismo più evidente che in X Factor delle affinità elettive, che si intrecciano sull’onda delle note e del progetto artistico perseguiti da ognuno.

    Tutti in gioco, concorrenti e giurati. E con sommo divertimento di chi guarda il secondo di ritardo nel girarsi, durante le blind audition, può far scoprire al veterano Cocciante di non aver riconosciuto Denise Faro, che pure aveva scelto come protagonista del musical Romeo e Giulietta. Le premesse ci sono. Vediamo se autori e realizzatori sapranno fare di The Voice of Italy, che ha avuto il merito non trascurabile di riportare alla ribalta nazionale Cocciante e Carrà, un appuntamento che non tradisca le attese.

    376

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SformatThe Voice of Italy Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI