Sformat di Mariano Sabatini – Papa Ratzinger e la ferita inferta alla Chiesa, mai la tv aveva documentato nulla del genere

Sformat di Mariano Sabatini – Papa Ratzinger e la ferita inferta alla Chiesa, mai la tv aveva documentato nulla del genere

Papa Benedetto XVI lascia il Vaticano alla volta di Castel Gandolfo

da in Sformat
Ultimo aggiornamento:

    Papa Benedetto XVI ultima udienza

    Interessante, alla luce degli accadimenti che condurranno presto al conclave per eleggere il nuovo pontefice, seguire Papa Benedetto XVI – Il mio vaticano (in replica oggi pomeriggio su La7). Ogni parola del bel documentario sulla quotidianità del santo padre al di là delle mura leonine la si legge in chiave profetica. Nella vecchia intervista a corredo delle immagini, l’allora cardinale Joseph Ratzinger dichiarava: “Non ho grandi progetti per il futuro, vorrei portare a termine una o due cose, avere uno stile di vita più rilassato, fare altro”. Non è stato esaudito, né dal cielo né dai colleghi porporati. Nel 2005, alla morte di papa Giovanni Paolo II, venne eletto “l’umile lavoratore della vigna del signore” che tempo prima, davanti alla sua infinita sofferenza fisica, aveva avanzato al predecessore l’ipotesi delle dimissioni. L’idea dell’abbandono, a ben vedere, lavorava in lui fin dall’inizio.

    Certo, a seguire attraverso l’occhio delle telecamere una giornata del Papa, c’è di che avvilirsi per la mole di lavoro, responsabilità, emozioni da gestire. Nel bene e nel male (pensate alle inchieste di Gianluigi Nuzzi che hanno dato l’avvio a Vatileaks), La7 continua a mantenere desta l’attenzione sulla realtà della Chiesa; per il significato che la sede vacante ha, soprattutto in questo momento di incertezza anche politica.

    Ultimo Tweet di Papa Ratzinger

    Sulla stessa emittente, ieri sera, Antonio Socci ha potuto rivendicare coram populo – il latino è d’obbligo – a Le invasioni barbariche lo scoop sulle dimissioni del papa, apparso circa un anno fa su Libero. L’aveva già fatto, ma con un sms, a Porta a porta, sulle cui poltrone sedeva pacioso Giuliano Ferrara. Socci aveva scritto anche un commento su Televisionando, in calce a Sformat. Ora sarà soddisfatto. Il primato è suo e non saremo noi a contestarglielo, sia detto senza ironia.

    Continuo, tuttavia, a ritenere che le riflessioni debbano riguardare quella che il filosofo Marcello Veneziani definisce la ferita inferta da Ratzinger alla Chiesa, uno squarcio difficile da rimarginare. Senza per questo voler entrare nel merito della decisione che immaginiamo molto sofferta. Intanto, il Tg1 sta stando in diretta la partenza del papa dall’eliporto vaticano alla volta di Castel Gandolfo. Esperienze mai vissute, documentate dalla tv. Buona vita, santità.

    443

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sformat