Sformat di Mariano Sabatini – Luciano Rispoli, cavaliere della repubblica. Lo meriterebbe… Parola mia!

Sformat di Mariano Sabatini – Luciano Rispoli, cavaliere della repubblica. Lo meriterebbe… Parola mia!

Luciano Rispoli compie ottantuno anni e la televisione lo celebra, ripercorrendo le tappe più importanti della sua carriera

da in Programmi TV, Sformat
Ultimo aggiornamento:

    Luciano Rispoli

    La tv e i suoi personaggi si mobilitano per augurare buon compleanno a Luciano Rispoli: il glorioso anchorman di Parola mia e Tappeto volante, in onda per tanti anni sulla Rai e su Tmc, compie la bella età di ottantuno anni; sessanta dei quali spesi sull’onda di una bruciante passione per il giornalismo popolare, tra radio e tv. Difficile, tuttavia, riassumere una carriera di altissimo livello, tarata su criteri di civiltà, rispetto, buon gusto. In un’ampia intervista di Alessandra Comazzi, uscita oggi su “La Stampa”, mi sono permesso di lanciare al presidente Giorgio Napolitano l’idea di riconoscere al popolare conduttore il titolo di cavaliere della repubblica, per conclamati meriti di divulgazione della lingua italiana. Al pari del maestro Manzi di Non è mai troppo tardi, Rispoli ha assicurato alla causa del bello scrivere e del buon leggere schiere di giovani; quando a Parola mia, nei pomeriggi degli anni Ottanta dell’altro secolo su Rai1, e poi in settanta puntate del remake su Rai3, ha fatto giocare gli italiani con le etimologie, i significati, le parole tratte dai quotidiani, le pagini immortali della letteratura, in tandem con l’autorevole accademico Gian Luigi Beccaria.

    Oggi Serena Bortone e Giovanni Anversa, ad Agorà su Rai3, hanno reso omaggio a “zio” Luciano, con il sottofondo di Iva Zanicchi che cantava “tanti auguri”. E un filmato rievocativo è stato mandato da Chiara Lico a Divieto di sosta su Rai2. Stamattina sono stato, invece, svegliato dalla redazione di Nel cuore dei giorni (Tv2000) per un collegamento con Fabio Bolzetta, che ha scelto di mostrare delle vecchie immagini di Tappeto volante su Canale Italia. Sì, perché Rispoli, rotto per colpa di Sonia Raule il sodalizio con Tmc, non si è rassegnato: ha portato il suo salotto su altre emittenti nazionali, comprese Odeon Tv e Raisat Album. L’inventore del talk show – L’ospite delle 2, dove Rispoli conversava amabilmente con Ingrid Bergman, Amedeo Nazzari o Luca Cordero di Montezemolo è arrivato nel 1975, mentre Bontà loro è del ’76 – non poteva certo soccombere ai capricci dei dirigenti per caso.

    Sarà per la riconoscenza e l’affetto che si deve a chi ha portato la tv nelle piazze, facendo conoscere il “mezzo” negli anni Cinquanta con le mitiche Telesquadre, che Fiorello su Twitter e Teo Teocoli su Radio Montecarlo nelle ultime ore hanno speso parole gentili nei confronti del presentatore calabrese, sposato nel 1962 da Padre Pio. Hanno voluto esserci anche Stefano Pozzovivo su Radio Subasio e Rosaria Renna su RDS, che hanno usato volentieri le loro frequenze per auguri calorosi. Ai festeggiamenti si potrebbero unire i moltissimi che, in un modo o nell’altro, devono i loro esordi professionali a Rispoli: Maurizio Costanzo, Paolo Villaggio, Raffaella Carrà, Paolo Limiti, Livia Azzariti, Melba Ruffo, Rita Forte, Roberta Capua. Intanto, Marco Liorni ha appena sposato la battaglia per il cavalierato ad Estate in diretta (Rai1), suscitando l’entusiasmo di Luca Giurato. Un giusto tributo da parte di Rai1 a chi ha contribuito in modo tangibile a rendere grande il servizio pubblico. A questo punto, Max Tortora (formidabile imitatore del giornalista) si lancerebbe in un esilarante turpiloquio, mentre più opportunamente Mario Zamma o Fabio Fazio griderebbero: Baaa che belle paroleee!!! Auguri e grazie, Rispoli, per tutto quello che hai fatto.

    577

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Programmi TVSformat