Sformat di Mariano Sabatini – La presidente della Rai scrive a Luciano Rispoli. Omaggio dovuto ad un padre fondatore del servizio pubblico

Sformat di Mariano Sabatini – La presidente della Rai scrive a Luciano Rispoli. Omaggio dovuto ad un padre fondatore del servizio pubblico

Anna Maria Tarantola, presidente della Rai, scrive a Luciano Rispoli in occasione del suo ottantunesimo compleanno

    rispoli rita

    Non serviva questo gesto per capire che la presidente della Rai è persona di grande civiltà. Diciamo, però, che il telegramma spedito a Luciano Rispoli venerdì scorso ci conferma le qualità della Tarantola: “In occasione del suo ottantunesimo compleanno le auguro tanta gioia, tanta salute e tanta serenità. Il suo impegno in Rai e il lavoro in televisione sono la conferma che la curiosità è spinta forte per la crescita, la formazione e la promozione. E che si può essere protagonisti in tv accettando il confronto con gli indici di ascolto senza rinunciare all’identità del servizio pubblico. Auguri. Anna Maria Tarantola”. Fa piacere constatare che, al di là delle bieche logiche commerciali che in questi anni si sono perseguite a viale Mazzini, ci sia ancora qualcuno in grado di riconoscere la professionalità di un signore “tutto casa e televisione” – come ebbe a definirlo il feroce critico Sergio Saviane – che in sessant’anni di carriera ha scelto di fare divulgazione non supponente, giornalismo popolare mai becero e intrattenimento leggero, non disgiunto da contenuti.

    Al di là di Parola mia e Tappeto volante, Rispoli ha saputo tenere compagnia agli anziani ad Argento e Oro, fare un programma divertente sul giro d’Italia (La grande corsa) e sull’economia (La grande occasione), anticipare su Blob il ripescaggio degli spezzoni di programmi a La Rete. Eppure quando il popolare anchorman ha chiesto a Fabrizio Del Noce dieci minuti per intervistare i “grandi vecchi” della cultura o dello spettacolo (Scalfari, Albertazzi, Veronesi, Levi Montalcini, etc.), l’ex direttore di Rai1 gli ha risposto che il servizio pubblico aveva altre priorità. Quali? Non si è ben capito. Ci fa molto piacere che la Tarantola consideri quella di Rispoli un modello di tv esemplare, le si deve gratitudine per la sensibilità. E magari, da oggi, i compilatori di Techetecheté prenderanno in esame anche la gran messe di suoi programmi e potremo vedere di tanto in tanto anche “zio” Luciano tra i volti che hanno fatto grande la Rai.

    366

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Programmi TVSformat
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI