Sformat di Mariano Sabatini – In televisione (e in politica) nessuno ha davvero compreso la lezione di Ratzinger

Sformat di Mariano Sabatini – In televisione (e in politica) nessuno ha davvero compreso la lezione di Ratzinger

Il Festival di Sanremo ha offuscato diversi eventi di rilievo: dalla dimissioni del Papa alle performance di Beppe Grillo

da in Sformat
Ultimo aggiornamento:

    Dimissioni Papa Ratzinger

    Il Festival di Sanremo, vinto dai talenti televisivamente assistiti, ha fagocitato tutto e ci ha fatto distrarre da eventi di natura epocale. Tentiamo di recuperare. In primo luogo, le dimissioni di papa Ratzinger che hanno trasformato anche gli ultimi scribacchini in vaticanisti sopraffini. Speciali, rubriche, approfondimenti per tentare di capire perché il pontefice più intellettuale e meno pastore di pecorelle della storia abbia abbandonato il soglio di Pietro.

    Ma la primogenitura sulle dimissioni spetta a Giuliano Ferrara o ad Antonio Socci? Se la sono contesa, a distanza, in una puntata di Porta a porta, perché entrambi più o meno un anno fa hanno cominciato a scriverne; semplicemente dando sostanza a ciò di cui si vociferava ben prima. Bruno Vespa – ancora tutto un fremito per quella telefonata in diretta di Giovanni Paolo II – intende rimanere sul pezzo nella buona e nella cattiva sorte. “La chiesa si è ritrovata unita in questa profonda e inquieta difesa della fede”, disse in occasione dell’elezione di Ratzinger, durante la telecronaca del Tg1. Mai lettura fu così improvvida e poco lungimirante, a riprova che certo giornalismo serve a certificare l’ovvio o quello che appare tale, più che ad elargire illuminazioni.

    Vale anche per l’approfondimento politico, in questa chiusura di campagna elettorale che ci regalerà il nuovo premier. Inseguendo Beppe Grillo, una giornalista gli ha chiesto perché avesse deciso di non andare in tv: il leader dei 5 Stelle ha giustamente ricordato che lui è sempre in tv, e c’era anche in quel momento con una selva di telecamere davanti. Eppure Ilaria D’Amico non si rassegna alla scortesia del comico genovese, che aveva dapprima annunciato la partecipazione a Lo spoglio su SkyTg24 per poi annullarla all’ultimo minuto. “Quello che è successo non ha davvero senso”, dichiara la giornalista ai quotidiani, tradendo tutta la sua disperazione. Si capisce che la lezione di Ratzinger, che in molti si affannano a commentare nei talk show, non è stata davvero compresa. Può aiutare quanto scrive Armando Torno in Elogio dell’egoismo (Bompiani): “Saper amalgamare una giusta dose di egoismo che – ripeto – potete chiamare anche amor proprio, con una capacità di distacco dalle cose diventa il vero esercizio del saggio”. In Tv e in politica, di saggi, ce ne son pochi.

    409

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sformat