Sformat di Mariano Sabatini – Iannacone racconta I Dieci comandamenti, più uno

Sformat di Mariano Sabatini – Iannacone racconta I Dieci comandamenti, più uno

Domenico Iannacone conduce I Dieci comandamenti, in onda ogni lunedì alle 22

    Domenico Iannacone I Dieci comandamenti

    Bisogna risalire ad Enzo Biagi per ritrovare un certo tipo di attenzione da parte della televisione ai temi del sociale partendo dallo spunto religioso. Di fatto, in un paese così arretrato – dove non riusciamo a darci leggi decenti sul fine vita, sul riconoscimento giuridico delle coppie di fatto; dove gli omosessuali vengono vissuti come “diversi” e conquiste come l’aborto sono continuamente messe in discussione – è quanto mai urgente interrogarci sui nodi intimi dell’esistenza, mai troppo disgiunta dai condizionamenti della Chiesa.

    Nel lontano 1991, su Raiuno Biagi circumnavigò i Dieci comandamenti all’italiana, domandandosi se fosse giusto che la Dc si definisse ‘cristiana’; indagò su spiritismo, magie, occultismo, casi di apparizioni e stimmate autentiche ma soprattutto false… E poi, di volta in volta, con l’ausilio autorevole del cardinale Ersilio Tonini, affrontò altri risvolti sociologici. Sempre partendo dai dettami biblici delle tavole della legge.

    Sembra mosso dalle medesime istanze Domenico Iannacone, valente giornalista, autore e conduttore dei Dieci comandamenti (il lunedì alle 22.50 su Raitre), con la collaborazione, tra gli altri, dello scrittore Christian Raimo. In Onora il padre si racconta, con una sensibilità poco frequente sul piccolo schermo, la storia dolentissima eppure esemplare per dedizione e forza di reazione di Edda e Giulio, mamma e figlio autistico (primo nato a capodanno del 1997). “Quello che ti aspetti, quello che desideri a volte arriva e a volte no. La vita prende spesso strade inaspettate e ti porta lontano”, dice Iannacone.

    Edda si aspettava una vita normale, un pizzico di fortuna, e invece… Il fratello più grande, maturando al liceo, dice la cosa più bella: “Per me è un fratello e per certi versi anche un figlio”. Il vero padre di famiglia, elettricista, può contare solo su cinquecento euro di sussidio. Ed è l’isolamento quello che li opprime di più.

    Poi Iannacone si sposta in una famiglia con due mamme, quattro figli – concepiti in Olanda – e tanta felicità tra di loro e attorno a loro. Con la maestra di Giorgio che afferma “è stata una straordinaria esperienza” averlo in classe. A ben vedere, la cosiddetta normalità delle famiglie moderne, bisognerebbe spiegarlo con pazienza ad esempio all’ex ministro Giovanardi, può prendere vie del tutto imprevedibili. Ai dieci comandamenti andrebbe aggiunto: ricordati di rispettare gli altri come te stesso. Il più difficile dei precetti.

    407

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Programmi TVRai 3Sformat

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI