Sformat di Mariano Sabatini – I pomeriggi con la Parodi, un esclusivo tè con le amiche bergamasche

Sformat di Mariano Sabatini – I pomeriggi con la Parodi, un esclusivo tè con le amiche bergamasche

Mariano Sabatini commenta Cristina Parodi Live e Cover, il programma pomeridiano di La7 condotto dalla celebre giornalista

da in Cristina Parodi, La 7, Personaggi Tv, Programmi TV, Sformat
Ultimo aggiornamento:

    Cristina Parodi Live e Cover

    Bisognerà cominciare ad attribuire le giuste responsabilità anche ai telespettatori, quando non dedicano la giusta attenzione alle offerte televisive più dignitose. L’ex giornalista del Tg5, trasfuga Mediaset, da qualche giorno propone il Cristina Parodi Live e Cover: come ai tempi del glorioso Tappeto volante di Luciano Rispoli su Tmc negli anni Novanta, il “contenitore” attraversa i pomeriggi di La7 dalle 14 alle 18:30; massimo risultato di copertura del palinsesto con il minor sforzo produttivo possibile. Un modo per resistere alla grave crisi di pubblicità che tutti i media devono fronteggiare.

    Parodi, diamole atto, ha mantenuto le promesse fatte nelle interviste di annuncio del programma, quando dichiarava di volersi tenere lontana dalle ansie e dalle morbosità della cronaca nera. E se decide di occuparsene lo fa, vivaddio, con un criminologo credibile, autorevole, risparmiandoci i fantocci che bivaccano in altre sedi televisive. I toni della trasmissione sono rilassati e rilassanti, forse a tratti si rischia l’assopimento, certo però non se ne esce umiliati, con il senso di colpa per aver indugiato nel voyeurismo. Il talk show parodiano restituisce le atmosfere esclusive di quei tè – ci sono anche i dolcetti della sorellina Benedetta che fa le sue incursioni cinguettanti – con le amiche in certe ville bergamasche. La scenografia è bella come pure le luci, la regia di Fabio Calvi (lo stesso delle Invasioni barbariche di Daria Bignardi, da cui eredita anche il modo di impaginare e trattare certi temi) potremmo definirla stilosa.

    Nella rubrica “Il bianco e nero” due noti giornalisti hanno trenta secondi ciascuno per sistematizzare i fatti del giorno; ieri Filippo Facci e Giulia Innocenzi: lui antipatico per costituzione, lei fragilina nel difendere tesi un tantino precostituite.

    Un punto di vista esterno e più obiettivo sull’attualità è felicemente garantito da giornalisti esteri, perché L’Italia s’è mesta, e il sottoscritto lo diceva in un libro di due anni fa, sempre dando voce ai corrispondenti stranieri. Per il resto, interviste a celebrities (lo chef Carlo Cracco, Baudo, Elenoire Casalegno) e bei servizi. Nulla da dire, un bel pomeriggio, affidato alla guida capace di una conduttrice bon ton, che fa lo sforzo di misurarsi con le volgarità del mondo. Eppure gli ascolti scarseggiano. E qui torniamo alle colpe del pubblico.

    415

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cristina ParodiLa 7Personaggi TvProgrammi TVSformat