Sformat di Mariano Sabatini – Cambio cane insegna ai padroni a giudicarsi con più severità

Sformat di Mariano Sabatini – Cambio cane insegna ai padroni a giudicarsi con più severità

Il parere di Mariano Sabatini su Cambio cane, il programma con Boccalerio in onda su Foxlife

    Cambio cane Foxlife

    L’avrete notato anche voi. Capita spessissimo di incrociare persone con cani al guinzaglio che si assomigliano, per fisiognomica, abitudini, gusti. Non è il caso del signor Boccalerio, ex pugile, protagonista con la moglie del primo appuntamento di Cambio cane su Foxlife: con un simile energumeno ti aspetteresti un pitbull, un dogo argentino o almeno un massiccio bulldog inglese; niente da fare, ha una specie di sorcio che miagola anziché abbaiare, un chihuahua minuscolo che fa pipì in casa, distrugge le tende e la sera s’insinua tra lui e la moglie nel lettone. Senza che il boxeur decida di frantumarlo, trasformandolo in un mouse pad.

    Se è vero che gli animali meritano affetto e hanno diritti che vanno rispettati, è altrettanto vero che certuni si fanno sopraffare. Qui interviene il dog coach (una volta si sarebbe detto addestratore) Angelo Vaira, una sorta di tata Lucia dei quattro zampe, che per riequilibrare il rapporto tra umani e animali propone a due famiglie lo scambio dei reciproci cani. Il passaggio di guinzaglio e di valigie contenenti il nécessarie (?) delle bestiole viene accompagnato da una lettera d’istruzioni.

    Come prevedibile, alla faccia di chi si rivolge allo psicologo per quadrupedi, sono i padroni a soffrire di più il distacco. Dior e Asia, la meticcia esagitata dei Marini, continuano allegramente a fare il loro comodo.

    Davanti a un simile format, non si può far a meno di pensare – con tutto l’orrore del caso – che se fossero nate in qualche zona della Cina le due cagnoline non avrebbero gli agi, i vizi, le esuberanze che hanno. La signora Marini piange al pensiero del tempo che, per colpa dei figli latitanti e di Asia, è costretta a sottrarre a sé. E piange quando Vaira mostra a tutti il dvd della cagnetta trasferita per una settimana in casa Boccalerio. “Angelo non è solo un addestratore di cani, è un addestratore di persone”, afferma la signora Boccalerio, consapevole di doversi guardare allo specchio con molta meno indulgenza. Come per i bambini, invece, sono sempre i cani degli altri i più maleducati o viziati.

    380

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fox LifeSformat